Home Politica L’opposizione di Nettuno: “Si cambi la commissione della Gara per il cimitero”

L’opposizione di Nettuno: “Si cambi la commissione della Gara per il cimitero”

I consiglieri comunali di opposizione Enrica Vaccari, Antonio Taurelli, Marco Federici, Roberto Alicandri, Simona Sanetti e Daniele Mancini, hanno inoltrato

183
Il Cimitero di Nettuno

I consiglieri comunali di opposizione Enrica Vaccari, Antonio Taurelli, Marco Federici, Roberto Alicandri, Simona Sanetti e Daniele Mancini, hanno inoltrato al Comune di Nettuno una nota con richiesta di intervento immediato.
“Preso atto dell’avvio della nuova procedura di  gara in data 15.12.2020 per la gestione dei servizi cimiteriali  – si legge nel documento – e della pubblicazione della determina di nomina della commissione di gara, composta da: Ing. Sajeva, Arch.Jr. Cugola ed Ing. Ferranti; appresa la recente sentenza del Tar che annulla la precedente aggiudicazione alla uscente ditta Morasca Srl, dichiarando l’illegittimità della valutazione della  precedente commissione di gara composta dall’ Ing. Sajeva, Arch.Jr. Cugola e Arch. Jr. Cairo,  per evidenti carenze di “verifica e controllo”; vista la citata sentenza del Tar da cui emerge che la stazione appaltante avrebbe dunque dovuto meglio verificare il “requisito di capacità tecnico organizzativa in capo a Morasca Srl allo stato non sufficientemente provato”; visto il parere della Soprintendenza che ha vincolato il Comune ad individuare un tecnico restauratore qualificato al fine di iniziare qualsivoglia  attività all’interno della Chiesetta S.M. del Quarto in quanto bene storico sottoposto a tutela; considerato che tali interventi sulla Chiesa erano connessi alla gara, oggi dichiarata irregolare, e  che il giorno 4.05.2020 presero avvio  senza alcuna comunicazione ed autorizzazione ma  concordati unicamente  tra la Morasca Srl, allora  concorrente, e l’Assessore Claudio Dell’Uomo, in pieno svolgimento di gara e alla totale insaputa della stessa Commissione e degli uffici comunali; visto il verbale del C.C. del 5.06.2020 nel quale gli scriventi avevano, già allora, sollevato dubbi e perplessità per diverse anomalie ed interferenze sulla gara in questione  ed, in particolare,  sul ruolo assunto dall’Assessore Dell’Uomo che incredibilmente il 7.05.2020, ben 5 giorni prima dell’aggiudicazione, annunciava pubblicamente la ditta vincitrice; Siamo, dunque, con la presente a richiedere ufficialmente al Comune di Nettuno di procedere alla immediata sostituzione  dei componenti della commissione di gara come appresi in data odierna all’albo pretorio del Comune, tale azione appare necessaria ed opportuna in via cautelativa e nell’interesse dell’Ente e dei cittadini.
Infine chiediamo ai Consiglieri Comunali di maggioranza che nel Consiglio Comunale del 5.06.2020 si espressero sulla vicenda affidandosi alle rassicurazioni del Sindaco e dell’Assessore Dell’Uomo sulla regolarità della procedura e  del ruolo assunto proprio da Dell’Uomo durate la gara stessa, di unirsi alla nostra richiesta di Trasparenza e di buon senso, tenendo conto  delle pronunce delle competenti Autorità sui fatti e sugli atti:
le prescrizioni della Soprintendenza per i lavori all’interno del bene tutelato e la sentenza del Tribunale Amministrativo Lazio sulla legittimità della procedura di gara. Pronunce e pareri vincolanti che oggi corroborano le nostre preoccupazioni già rese pubbliche e rappresentate al Consiglio Comunale nel giugno 2020”.