Home Cultura e Spettacolo La Città di Anzio protagonista nel film “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”

La Città di Anzio protagonista nel film “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”

La Città di Anzio, con la spiaggia della Riviera Zanardelli, il ristorante sulla rotonda del Tirrena, lo storica attività commerciale Argento Blu,

1990

La Città di Anzio, con la spiaggia della Riviera Zanardelli, il ristorante sulla rotonda del Tirrena, lo storica attività commerciale Argento Blu, protagonista del film, appena uscito su Netflix, “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”, con uno straordinario Elio Germano e con l’astro nascente del cinema italiano, Matilda De Angelis. Nel cast del film, diretto da Sidney Sibilia e patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Anzio, guidata dal Sindaco, Candido De Angelis, anche Luca Zingaretti, Fabrizio Bentivoglio, Leonardo Lidi e Francois Cluzet.
SINOSSI UFFICIALE DEL FILM, girato anche ad Anzio: “Primavera 1968. Nell’anno della contestazione studentesca, un giovane ingegnere, Giorgio Rosa (Elio Germano) con un grande sogno e un genio visionario decide di costruire un’isola al largo di Rimini, fuori dalle acque territoriali, e la proclama stato indipendente. Un’isola d’acciaio in cui la libertà individuale è il valore assoluto: non ci sono regole! In questa impresa impossibile Giorgio avrà al suo fianco un eterogeneo gruppo di complici: il suo migliore amico, un giovane imprenditore più propenso ai bagordi che all’azienda di papà, un misterioso naufrago in cerca di approdo, un animatore delle notti romagnole in cerca di una nuova vita e una ventenne romantica in cerca di lavoro. E poi Gabriella (Matilda De Angelis), la donna appassionata che Giorgio trascina nella sua ambiziosa avventura e nella sua vita. L’Isola delle Rose attira ben presto l’interesse della stampa e soprattutto di frotte di ragazzi da mezzo mondo, trasformandosi in mito, in caso internazionale e in un quasi insormontabile problema politico per il Governo italiano che non può tollerare la fondazione di un nuovo Stato in acque così vicine”. Sullo sfondo del film, ancora una volta, la bellissima Anzio, con la sua storia, con circa 800 film girati in città e con capolavori che hanno segnato un’epoca del cinema italiano ed internazionale.