Home Politica Ludovisi, Biccari e Ranucci: “Scuole, il Comune sopperisce ai fondi perduti”

Ludovisi, Biccari e Ranucci: “Scuole, il Comune sopperisce ai fondi perduti”

"In data 14 dicembre, il dirigente dell'area Fabrizio Bettoni ci comunica, nostro malgrado, nonostante le continue sollecitazioni, di aver perso la possibilità

398
Luca Ranucci e Antonio Biccari con l'assessore Ludovisi

“In data 14 dicembre, il dirigente dell’area Fabrizio Bettoni ci comunica, nostro malgrado, nonostante le continue sollecitazioni, di aver perso la possibilità di partecipare al bando per reperire fondi covid per una somma di euro 231.000,00 dedicati alla sistemazione delle scuole per il rispetto del distanziamento.
Questo è dovuto, purtroppo, dal ritardo progressivo di alcuni uffici comunali nella redazione del bilancio di previsione approvato dal consiglio comunale in data 30 novembre 2020.
Abbiamo dialogato anche con la Regione Lazio per essere notiziati in merito ad una probabile riapertura del bando, avendo esito negativo.
Nonostante però la perdita di questo fondo, in data 15 dicembre 2020, in accordo con gli uffici, ci siamo impegnati a variare il piano delle opere triennali inserendo tutte le opere che dovevano essere finanziate dalla Regione Lazio.
Questo è un risultato importante, un piccolo passo avanti, una dimostrazione che l’amministrazione nonostante le difficoltà è presente, è inoltre un segnale di trasparenza nei confronti della città.
Questo errore da parte di alcuni uffici ha aperto un nuovo scenario portando sul tavolo della politica la necessità di creare un ufficio che sia in grado di veicolare tutti i bandi europei e regionali verso il comune di Nettuno.
È nostro impegno programmatico creare le condizioni affinché si crei un servizio efficiente di reperimento contributi economici che provengono dalla Regione Lazio ed Europa. Abbiamo creato le condizioni politiche affinché si potesse sopperire alle mancanze degli uffici, garantendo comunque i lavori all’interno delle scuole grazie alla sinergia della maggioranza inserendo le opere nel triennale delle opere pubbliche”. Così in una nota stampa l’Assessore Camilla Ludovisi e i consiglieri comunali Antonio Biccari e Luca Ranucci.