Home Cronaca Malore in auto per un cane di Anzio, la Polstrada lo scorta...

Malore in auto per un cane di Anzio, la Polstrada lo scorta dal veterinario

Anche se Bonnie, un bellissimo cane di Anzio, colto da malore in strada alla fine non ce l'ha fatta, questa storia merita di essere raccontata per il grande amore

1312

Anche se Bonnie, un bellissimo cane di Anzio, colto da malore in strada alla fine non ce l’ha fatta, questa storia merita di essere raccontata per il grande amore che hanno avuto per lui i suoi familiare e per il gesto bellissimo della Polstrada, che ha fatto l’impossibile per riuscire a salvarlo. Questa storia d’amore per gli animali parte dal km 47 carreggiata esterna del grande raccordo anulare di Roma. Ieri pomeriggio una signora con il suo cane a bordo si dirigeva in direzione Ardeatina per rientrare a casa, verso Anzio dove abita. Si è fermata sulla corsia di emergenza poiché il suo cane, in preda a un attacco di cuore, si lamentava, aveva la lingua di fuori e ansimava. La donna ha visto una pattuglia della polizia stradale di Albano ferma per un controllo e ha chiesto subito aiuto. I due agenti della Polstrada, dopo aver avvisato la sala operativa, si sono messi alla ricerca di un centro veterinario e lo hanno trovato dopo pochi minuti, scortando a sirena spiegata la signora con il cane colto da malore a bordo della sua auto. Così, arrivati sul posto, il veterinario ha prestato i primi soccorsi e per tutta la serata di venerdì e sabato mattina il cane è stato ricoverato nel centro veterinario. Nella tarda mattinata di ieri la brutta notizia della morte del cane, ma la donna di Anzio ha voluto comunque ringraziare i due agenti della polizia stradale di Albano che si sono mostrati subito così sensibili e disponibili per cercare di salvare la vita della sua Bonnie. Ecco le sue parole: “Bonnie purtroppo non ce l’ha fatta ma tutti i suoi amici umani vogliono ringraziare due angeli incontrati in strada che con il loro intervento hanno fatto quello che potevano per aiutarla. Un grazie di cuore alla polizia stradale di Albano, nelle persone degli assistenti capo Pierluigi S. e Roberto M. da parte di Bonnie e i suoi due padroncini Rodolfo ed Elisabetta”.