Home Attualità Proloco Città di Anzio, ecco il Bilancio degli ultimi 4 anni di...

Proloco Città di Anzio, ecco il Bilancio degli ultimi 4 anni di gestione

Il prossimo 25 Ottobre c/o la Sala Fides della Parrocchia San Francesco (Anzio), dalle 9,30 alle ore12,30, si svolgeranno le votazioni per le Elezioni

129

Il prossimo 25 Ottobre c/o la Sala Fides della Parrocchia San Francesco (Anzio), dalle 9,30 alle ore12,30, si svolgeranno le votazioni per le Elezioni del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti per il quadriennio 2020-2024. Il mandato per il quadriennio 2016-2020 avrebbe avuto termine lo scorso Aprile, ma come tutti sappiamo, l’emergenza sanitaria nazionale non ha permesso il regolare svolgimento delle elezioni e l’intero Consiglio Direttivo ha convenuto di poter continuare la propria attività in maniera straordinaria per alcuni mesi.
Abbiamo chiesto al Presidente Augusto Mammola di tirare le fila di questi ultimi quattro anni: Presidente sei alla guida dell’Associazione dal 1999, sono tanti anni, come ti senti alla fine di quest’ultimo mandato? Personalmente non mi sento per niente alla fine di quest’avventura. Sono state tante le iniziative, le collaborazioni e le presenze istituzionali di quest’ultimo quadriennio, elencarle tutte sarebbe impossibile.
I quattro anni da poco trascorsi sono stati ricchi di eventi e manifestazioni sempre mirati alla promozione e alla salvaguardia del territorio della nostra Città e del suo patrimonio culturale materiale e immateriale.
Infatti il Consiglio Direttivo, nel predisporre il bilancio ed il programma delle iniziative annuali, ha operato una scelta chiara che è quella di sottolineare un aspetto importante nell’economia della nostra Città: il Turismo, tralasciando quelle manifestazioni diverse e di vario genere sviluppate negli anni precedenti e che talvolta apparivano fini a se stesse. La Pro Loco vuol dire soprattutto occuparsi dei cittadini e prestare aiuto a chi lo chiede.Non va sottaciuto che la Nostra Associazione si è resa sensibile a contribuire economicamente anche in altri ambiti per portare un gesto di solidarietà, un segno di vita e l’offerta di servizi di fondamentale importanza a chi non ha nulla, o per sostenere l’attività di organismi operanti nel settore della solidarietà e raccolte fondi per AISM, AIL, Telethon, ANDOS, Centro Aiuto alla Vita …
Fra i risultati di ogni consuntivo, questo è senza dubbio il più gradito.
Tutto questo è stato possibile grazie alla generosità dei cittadini, degli Sponsor, dei volontari della Pro Loco “Città di Anzio” e ai ragazzi del Servizio Civile Nazionale.
Sono sempre stato coerente con le mie idee anche se alcune al di fuori di ogni logica realtà.
L’unico mio dispiacere è che tantissime proposte di manifestazioni ed eventi  mirate alla valorizzazione della Nostra Città, per problemi non dovuti direttamente alla Pro Loco, non siano state realizzate.
Altro mio momento di riflessione è stato cercare di capire, ma non ci sono riuscito, il perché “dell’ostracismo” , della “cattiveria”  e dei “sentimenti non proprio idilliaci” di alcuni personaggi nei riguardi miei e della Pro Loco.
Il bilancio dell’Associazione, in totale trasparenza e a prova di qualsiasi controllo, è redatto dall’Economo Dr. Aurelio Maiozzi, nostro Consigliere ed ex Direttore di banca, controllato dal Collegio dei Revisori dei Conti presieduto dal Commercialista Dr. Claudio D’Angiolella con Consiglieri i soci Sigg. Arrigo Cecchini e Pino Di Rienzo, ed infine visionato e approvato dal Consiglio Direttivo e dai Soci nel corso dell’annuale Assemblea. Quando si “sparla” dei componenti del Direttivo della Pro Loco, si mette in dubbio la SERIETA’, l’ONESTA’ e la DIGNITA’ di persone che di questi valori ne hanno fatto la base della loro vita, che sono oltre quelli già menzionati: Tommaso Amato, Elso Biancone, Salvatore Cacciola, Gianfranco Cavallaro, Aristodemo DelGatto, Salvatore Giarruzzo, Giuseppe Polverini, Francesco Pollastrini, Antonio Sacco, Franco Salomoni.                       Ovviamente non riteniamo di dover essere immuni da critiche che anzi sono ben accette se mirate a miglioramenti e basate su fatti incontrovertibili. Viceversa non accettiamo quelle critiche strumentali e basate sul nulla.
Saremmo falsi e ipocriti se dicessimo che dalle nostre attività, ma non sempre, non abbiamo alcun ricavo economico, ma è con malcelato orgoglio che diciamo che tutto ciò che rimane, al netto delle spese organizzative, viene utilizzato per l’acquisto di attrezzature necessarie per la nostra attività, per spese correnti per la gestione della nostra Sede e devoluto in opere di beneficenza e mecenatismo.
Il nostro cavallo di battaglia è stata sempre la solidarietà. Ciò che ci ha sempre contraddistinto, in questi anni, è stata la professionalità,  la trasparenza e l’amore che abbiamo sempre messo al servizio della Nostra Città. Ma ho ancora “tanti sogni nel cassetto” e sono sicuro che, se sarò rieletto e sempre con l’aiuto del Direttivo, i prossimi quattro anni saranno impegnati ancora di più nella valorizzazione del territorio. Fino ad oggi siamo stati un’Associazione che pur lavorando benissimo non è stata al passo con i tempi.  Ora serve digitalizzazione, visibilità su Facebook ed Instagram, servono i Giovani per questa nuova avventura. Serve la “Pro Loco Giovani”.  Intendiamo dar loro spazio e supporto e saremo pronti ad accogliere chiunque voglia dare il suo contributo. Serve anche il Circolo Pro Loco che oltre ad essere la “casa dei Soci” deve essere anche un laboratorio ed un serbatoio di idee, di proposte e un messaggio futuro per la valorizzazione della Nostra Città. Un luogo dove poter organizzare convegni, eventi, corsi di formazione, teatro, spettacoli lirici, esibizioni di band e tutto quanto possa servire alla valorizzazione delle risorse locali. Ora che finalmente tutti e tredici i Sindaci dei Comuni interessati all’iniziativa “Cammini Italiani, Via della Transumanza, Anzio-Jenne”, hanno firmato il Protocollo d’Intesa, di comune accordo con l’Amministrazione Comunale, nella Primavera del 2021 speriamo di realizzare l’incontro con i Sindaci interessati. Altri impegni saranno l’organizzazione del Premio Giornalistico “Tito Peccia”, in memoria del Nostro addetto stampa recentemente scomparso.

– La costruzione di un archivio della Memoria Storica del Lazio legata alla Seconda Guerra Mondiale: Lo Sbarco di Anzio (bando della Regione Lazio);

– la messa in scena della commedia “Un Miracolo al contrario” scritta dal Nostro socio Luigi Salustri;

– la realizzazione di un video su un progetto dell’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco Italiana), “Il Narrator Cortese….porta a tavola il tuo Paese”  

E’ ovvio che sono “in cantiere” altre iniziative:
Con l’occasione desidero, ancora una volta, ringraziare sentitamente il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti, i Soci, gli Sponsor  e l’Amministrazione Comunale che mi hanno supportato sempre e incondizionatamente anche in questi ultimi quattro anni. Comunque vada andremo sempre avanti nelle nostre iniziative, con l’amore e la passione che ci contraddistingue. Attendiamo inoltre in sede le candidature per i membri del nuovo Consiglio Direttivo e  Collegio dei Revisori dei Conti.