Home Politica Biogas, il Verbale Arpa in possesso del Comune, il Sindaco: “Diciamo solo...

Biogas, il Verbale Arpa in possesso del Comune, il Sindaco: “Diciamo solo la verità”

"Quando si dice sempre la verità ai cittadini, non si può essere sconfessati da nessuno. Da ieri mattina, 14 settembre, il Comune di Anzio

218

“Quando si dice sempre la verità ai cittadini, non si può essere sconfessati da nessuno. Da ieri mattina, 14 settembre, il Comune di Anzio è in possesso del dettagliato verbale, relativo al sopralluogo all’impianto biomentano di via della Spadellata,  effettuato in data 9 settembre da quattro tecnici dell’Arpa Lazio, che hanno sottoscritto in calce ogni pagina del documento, alla presenza della Polizia Locale, che congiuntamente ha firmato il verbale, interessata dal sottoscritto a seguire da vicino la vicenda, a tutela della salute pubblica della cittadinanza. Si tratta di una relazione con dati sensibili, dalla quale al momento non si evince nulla di significativo, che dovrà essere integrata anche da quanto richiesto dall’Arpa alla società stessa”.
Lo ha ribadito il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, che nei giorni scorsi si era immediatamente attivato, con le Istituzioni prepose, per attivare le verifiche sull’impianto biometano in via della Spadellata, attivo dallo scorso 8 gennaio.
“Auspico l’intervento di tutti i vari Enti preposti – ribadisce il Sindaco De Angelis – compresa la Regione Lazio, che ha autorizzato la centrale, per i controlli sulla salubrità dell’aria e rispetto a qualunque altra variabile che possa, anche con lo 0,1% di possibilità, recare un danno alla salute di una sola persona. Quando si mette in dubbio l’integrità di un Sindaco e di un Comandate della Polizia Locale, che tra l’altro divulgano notizie tramite i canali ufficiali del Comune, diventa difficile credere alla buona fede di chi – sulla vicenda – intende speculare giornalisticamente e politicamente”. Questa la replica del Sindaco di Anzio a due giornali locali che riportavano una dichiarazione dei vertici Arpa in cui si diceva che il verbale non era ancora stato consegnato e che “nessuno aveva chiesto di fare campionamenti”. L’Agenzia regionale per la sicurezza ambientale, a fronte della segnalazione die cittadini e del Sindaco, dovrebbe tuttavia avere delle rpocdure standard di rilievo dei rischi e sembra anomalo che sia l’Amministrazione a dover indicare quali sono le verifiche da fare per capire se ci siano rischi per la sicurezza ambientale.