Home Politica Verde non ritirato in via della Cannuccia, l’assessore scrive alla Camassa

Verde non ritirato in via della Cannuccia, l’assessore scrive alla Camassa

366
Un mezzo della Camassa

L’assessore all’Ambiente del comune di Anzio Pino Ranucci, impegnato in una serie di raccolte straordinarie sul territorio per fronteggiare l’emergenza creata da cittadini incivili che abbandonano i rifiuti ovunque, oggi, dopo aver letto la comunicazione dei cittadini di via della Cannuccia, che non hanno visto il verde ritirato da ormai tre settimane (dal 5 agosto scorso) ha annunciato che scriverà alla Camassa una lettera di contestazione rispetto al servizio non svolto. E sono proprio i cittadini, con le loro segnalazioni sempre puntuali, a fare da cartina di tornasole non rispetto all’emergenza ma al servizio. L’Amministrazione comunale non intende pagare un servizio che non viene svolto con la necessaria regolarità e che crea disagi pensati ai residenti. “Purtroppo nonostante il nostro impegno massimo – spiega l’assessore – ci sono cose che sfuggono ma metteremo la Ditta davanti alle proprie responsabilità rispetto ad un servizio che non deve mai venire meno. Resta il problema delle discariche abusive e sono lieto di dire che i primi trenta incivili sono stati convocati presso il Comando della polizia locale per le multe grazie alle nuove telecamere. A molti di loro sarà contestato anche il reato ambientale”.