Home Cronaca La puzza dell’incendio di Aprilia sveglia all’alba sia Anzio che Nettuno

La puzza dell’incendio di Aprilia sveglia all’alba sia Anzio che Nettuno

1488

Nell’immediatezza dell’incendio presso il sito di stoccaggio rifiuti di Aprilia, i comuni di Anzio e Nettuno si erano salvati dalla nube tossica e dalla terribile puzza che nei giorni scorsi ha infestato prima Aprilia e poi Ardea e Pomezia, ma al terzo giorno le cose sono andate diversamente. Ieri a Lido dei Pini alcuni cittadini già segnalano il pessimo persistente odore di plastica bruciata. Quella puzza questa mattina alle 6 ha raggiunto sia Anzio che Nettuno, fortunatamente alle 8 era svanita quasi ovunque, ma il risveglio è stato comunque pessimo. Si parla di diossina nell’aria, si cerca di valutare l’impatto tossico del rogo presso il centro rifiuti. I cittadini come sempre sono le prime vittime di questi eventi che non si riesce a fermare. Carenti le istituzioni, nei controlli di siti che possono generare questo tipo di rischi per la salute pubblica, larghe le maglie e la coscienza di chi opera senza avere in sufficiente conto la sicurezza e la salute pubblica.