Home Cultura e Spettacolo Mare Nostrum, la mostra organizzata da Marechiaro Beach e Legambiente

Mare Nostrum, la mostra organizzata da Marechiaro Beach e Legambiente

140

La Marechiaro Beach in collaborazione con il Circolo Legambiente “Le Rondini Anzio-Nettuno” ha voluto sposare lo spirito dell’Amministrazione comunale anziate e della Cittadinanza tutta, attraverso questa mostra fotografica, proponendo ai turisti che frequentano la nostra Città, un’esperienza unica: immergendosi nel nostro amato mare, esplorando la flora e la fauna delle nostre scogliere, intrise di storia.
Le immagini, messe a disposizione da fotografi subacquei e da operatori di droni, sono state catturate dall’ambiente marino che accarezza la nostra costa, sono il frutto del legame che l’uomo ha con la natura…occhi che scrutano i fondali marini per ammirarne la flora e la fauna. Qui, gli “Scogli della punta”, l’area marina che si protrae dall’Arco Muto per circa 2 miglia marine verso il mare aperto, il sorvolo dei siti più suggestivi della “Riserva Naturale Regionale di Tor Caldara”.
Un’attenzione particolare va proprio a quest’ultima, palcoscenico naturale di rara bellezza, protagonista di innumerevoli iniziative di carattere ambientale e naturalistico.
Già nel 2004, il Sindaco Candido De Angelis, chiedeva alla Regione Lazio un ampliamento della sfera di tutela della zona che si estende verso la terra fino al mare. Tale iniziativa è stata sollecitata anche negli anni a seguire, un sogno che ci auspichiamo diventi realtà, affinché gli sforzi quotidiani per la sua conservazione e valorizzazione non siano solo oggetto di simili iniziative ma che siano una costante per gli appassionati e non solo.
La conoscenza e la divulgazione dei tesori del mare, che nasconde e protegge, si coniugano con l’inestimabile valore naturalistico dell’area: lavoreremo per sostenere l’istituzione di un’oasi marina proprio di fronte a quella Torre che da secoli veglia il suo mare, blu, profondo, bellissimo…! Buon viaggio…e buona Estate! 

Marechiaro Beach Circolo Legambiente
“Le Rondini Anzio-Nettuno