Home Cronaca Anzio, maxi operazione allo Zodiaco, portate via le auto non assicurate

Anzio, maxi operazione allo Zodiaco, portate via le auto non assicurate

1446

Operazione della Polizia Locale del Comune di Anzio e della Polizia di Stato al Quartiere Zodiaco, a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Sequestrati diversi veicoli privi di documenti per la circolazione, controlli nei seminterrati e nelle aree di sosta per identificare tutti i veicoli senza assicurazione.
Questa mattina, al Quartiere Zodiaco di Lavinio Stazione, è stato effettuato il blitz della Polizia Locale del Comune di Anzio, guidata dal Comandante Antonio Arancio che, insieme alla Polizia di Stato, guidata dal Dirigente del Commissariato, Andrea Sarnari, e con l’ausilio dei reparti di prevenzione del crimine del Lazio, reparto Settebagni Roma, ha portato a compimento tutta una serie di sequestri di veicoli, privi di assicurazione ed in stato di abbandono. Le auto sono state materialmente prelevate con un carroattrezzi e portate presso il deposito giudiziario. Tutti i veicoli che non si è riuscita. rimuovere oggi verranno prelevati nei prossimi giorni. Inoltre i caschi bianchi di Anzio hanno effettuato rigidi controlli in diversi seminterrati ed un dettagliato censimento sulla situazione all’interno del quartiere.
L’operazione di questa mattina, segue la forte presa di posizione del Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, che aveva sollecitato più volte tutte le istituzioni preposte ad un’azione sinergica, a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica sul territorio.
Questa mattina le forze dell’ordine sono state accolte con gioia dai cittadini residenti che da tempo aspettavano di vedere un segnale della presenza dello Stato in un quartiere dimenticato in cui i cittadini rom che hanno occupato intere palazzine fanno il bello e il cattivo tempo, minacciano i residenti, spacciano sui tetti delle palazzine occupate, arrivano a macellare animali e cuocerli sulle terrazze.
“Era ora” ha gridato più qualcuno dalle finestre e molti son scesi per parlare con i vigili e con la polizia, segnalando discariche e reati ma, soprattutto la situazione invivibile di famiglie ostaggio dei delinquenti della zona. Intimoriti invece gli occupanti abusivi, che non si sono fatti vedere ma che, una volta andata via la Polizia locale e la Polizia di Stato hanno nuovamente usato toni intimidatori sia con i residenti che con la stampa presente sul posto che stava fotografando l’incredibile degrado di via del Leone, dove le carcasse di auto fanno parte del paesaggio insieme a montagne rifiuti e rottami sparsi nel piazzale, così come materassi e inerti abbandonati ad ogni angolo.
“Queste persone rendono la nostra vita un inferno – ha detto un residente – spacciano, minacciano, ci derubano e creano una discarica ovunque, vogliono rendere questo posto un campo rom e stanno vincendo loro perché lo Stato si è tirato indietro, non muovono un dito per cacciare chi occupa abusivamente gli appartamenti e delinque e crea uno schifo ovunque. Almeno oggi qualcosa si è mosso e speriamo sia solo il primo passo”.