Home Attualità Nasce il gruppo pubblico “Osservatorio Rifiuti per Anzio e Nettuno”

Nasce il gruppo pubblico “Osservatorio Rifiuti per Anzio e Nettuno”

130

“Nasce il primo gruppo pubblico “Osservatorio Rifiuti per Anzio e Nettuno”. Sarà un gruppo Facebook il mezzo scelto per poter segnalare tempestivamente i casi di abbandono o di degrado che, purtroppo, imperversano nelle nostre strade e aree periferiche. In questo modo si raccoglieranno le testimonianze dei cittadini in tema di abbandono incontrollato di rifiuti, sempre che le stesse riportino indicazioni precise del luogo e dell’orario e sempre che associate a riproduzioni fotografiche del sito oggetto di segnalazione, così da poter mettere in mora chi di competenza e, se non dovesse esserci riscontro, anche intraprendere le azioni dovute. La situazione è ormai insostenibile e non degna del lustro delle città. Si tratta, a nostro avviso, di un mezzo importante per il benessere dei cittadini e dell’ambiente circostante, impegno che in verità svolgiamo già da tempo ma di cui non tutti ne sono al corrente. Ora, con questa pagina – gruppo pubblico, vogliamo rendere le cose più agevoli e intervenire con la massima serietà, perchè non è sufficiente pubblicare foto di sdegno, ma è opportuno canalizzare correttamente la segnalazione sulla quale far intervenire i soggetti preposti. In caso di inadempimento, si segnalerà la questione ai DEC preposti e alle autorità, nessuna esclusa. Basta degrado, basta inciviltà a discapito dei molti cittadini vittime di queste barbarie. L’impegno della politica e degli assessorati di competenza ha bisogno di un supporto attivo di tutti noi. Solo con la sinergia possiamo sperare di ottenere qualcosa. Il comportamento e la voce di ognuno servono ad avere sentinelle per ogni via della città, così che tutti possano FARE il proprio dovere civico in rispetto a se stessi e alla salute di tutti. Insieme possiamo aiutare ad avere una città più pulita in sfregio di chi vuole deturparla. Il gruppo da cercare su Facebook è: Osservatorio Rifiuti Anzio e Nettuno”. A darne notizia in una nota stampa il gruppo Fare Verde Anzio-Nettuno.