Home Cultura e Spettacolo Riapre il Muma di Anzio nella veranda Garzia al porticciolo dei pescatori

Riapre il Muma di Anzio nella veranda Garzia al porticciolo dei pescatori

207

Il MuMa di Anzio nella sua splendida location sulla veranda Garzia, posta sul porticciolo dei pescatori, ha riaperto al pubblico successivamente al periodo Covid, con il patrocino del Comune di Anzio dal 18 giugno.
Nel piccolo Museo dedicato al Navigatore Polare Giovanni Ajmone Cat, è presente una ricca documentazione fotografica che riproduce le gesta del Veliero San Giuseppe Due, salpato dal porto di Anzio per le 2 imprese polari.
Sono altresì presenti una spettacolare collezione di modellini di imbarcazioni navali, tra i quali il San Giuseppe Due, realizzati con maestria da Luigi Ardito, nonché tutta una serie di oggetti ed utensili di natura marinara, offerti in esposizione, da amici e cittadini, al fine di dare maggior lustro al Museo.
Nell’antistante piccolo porticciolo della Marina Capo D’Anzio è possibile ammirare L’Anzietta, caratteristica imbarcazione con armo a vela latina realizzata dal cantiere Sandro & Pierfrancesco Gallinari resa disponibile al museo dall’Armatore Ing. Gianluca Ievolella.
In attuazione a quanto stabilito dalla normativa inerente il Covid19, sono stati opportunamente sanificati gli ambienti e segnalati i percorsi al fine di meglio ammirare le opere ed oggetti esposti dedicati al mare, ai quali i visitatori dovranno attenersi ai fini del distanziamento sociale.
In occasione della riapertura del 18 giugno c.m. alle 18, il MuMa promuove una mostra di Acquarelli dell’Artista Federica Peco ”Bellezze di Mare”.
Trattasi nel complesso di opere dedicate al mare, in alcune di esse è ritratto il porto della nostra cittadina.
L’artista Federica Peco si diploma al Liceo Artistico nel 1995 dando immediato inizio alla sua carriera artistica con un gruppo di scenografi presso il Museo Militare di Piana delle Orme, attraverso la realizzazione di dipinti dedicati alla Seconda Guerra Mondiale. Segue l’impegno e passione per il trompe l’oeil e acquarello. Lavora su commissione per privati e strutture pubbliche, progettazione e realizzazione di scenografie per una emittente privata, accrescendo la tecnica scenografica in qualità di responsabile per una agenzia di animazione turistica.
L’impegno rivolto a questa meravigliosa arte, la induce ad aprire un laboratorio nella storica città di Sermoneta e successivamente si trasferisce a Latina dove si occuperà di ritrattistica, decorazioni, murales, trompe l’oeil, restyling, tableaum corsi per bambini e adulti. Per un periodo di 6 anni lavora anche come consulente d’interni nelle città di Sabaudia, Latina e Roma, collaborando altresì con gli studi di Cinecittà. Attualmente il suo laboratorio ubicato presso la città di Sabaudia e dal 2018 è in permanenza presso la Galleria d’arte Papier. Negli ultimi anni Federica Peco, si è specializzata ancor di più nella tecnica a Lei tanto cara dell’acquerello, raggiungendo una incredibile maestria. Oggi le sue opere figurano in diverse raccolte e collezioni private nazionali. Vi aspettiamo per una visita.
Ingresso libero, nel rispetto del regolamento covid19, contingentato e con l’uso della mascherina.
Andrea Cafà