Home Politica Bocciate in consiglio le mozioni contro Dell’Uomo, maggioranza compatta

Bocciate in consiglio le mozioni contro Dell’Uomo, maggioranza compatta

182

Ha votato compatta la maggioranza di centrodestra del Comune di Nettuno, contro le mozioni molto simili nel contenuto, presentate dal duo Mancini e Sanetti e dall’opposizione composta dai consiglieri Waldemaro Marchiafava, Roberto Alicandri, Marco Federici e Antonio Taurelli. La crisi aperta nei giorni scorsi dopo un comunicato di Forza Italia e una brutta lite in Comune, sembra quindi alle spalle ma il percorso per tornare alla normalità è solo all’inizio, visto che le deleghe sono state ritirate e che il Sindaco ha annunciato in assise che incontrerà i consiglieri comunali (compresi quelli di opposizione) dalla prossima settimana. Lo ha detto in replica ad una richiesta del consigliere Antonio Taurelli che gli chiedeva di fare chiarezza sulla situazione interna alla maggioranza. “Ci vediamo da lunedì – ha risposto il Sindaco – anche con voi”. Quindi finisce in un nulla di fatto, la contestazione dell’opposizione a fronte di una procedura che l’amministrazione ritiene corretta e che ha difeso il comportamento dell’assessore Dell’Uomo, alle volte sopra le righe, ma di cui tutti hanno riconosciuto la buona fede e la voglia di fare. Resta ferma la censura dell’opposizione sulla presenza dell’assessore ad un incontro con la ditta presso il cimitero il 2 maggio e sulle dichiarazioni relative all’appalto. Resta ferma anche al polemica, fortissima, tra i consiglieri Mancini e Sanetti e la maggioranza mentre le posizioni, per quanto radicalmente diverse con il centrosinistra, restano di dialogo civile, anche grazie alla condivisione di un percorso vicino durante la pandemia, che ha lasciato al di là delle divergenze politiche, un legale di stima tra le parti, come sottolineato proprio dall’assessore Dell’Uomo, che ha ringraziato il dottor Marchiafava e tutti i consiglieri di opposizione, da Rizzo, ad Alicandri, da Taurelli e Federici, che hanno dato una mano al centro smistamento dei pacchi alimentari e in molti modi sono messia. disposizione per alleviare i disagi della fascia più debole dei cittadini.