Home Politica Mancini e Sanetti: “Legalità e trasparenza nella gestione pubblica”

Mancini e Sanetti: “Legalità e trasparenza nella gestione pubblica”

154
Il Comune di Nettuno
“Oggi più che mai, visto il momento difficoltoso che  tutti stiamo attraversando, è necessario che  le istituzioni siano ancora più vicine ai cittadini: tutti gli sforzi di chi ha responsabilità pubbliche, a qualsiasi livello, debbono essere concentrati ed univoci nella direzione dell’interesse comune per dare il massimo sostegno alla collettività”. Lo scrivono in una nota stampa i consiglieri comunali di opposizione Simona Sanetti e Daniele Mancini.
“I principi di legalità e trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche – aggiungono – come abbiamo sempre sostenuto, sono il fondamento cardine del rapporto tra le stesse istituzioni e i cittadini: una settimana fa abbiamo richiesto formalmente al Segretario Comunale di Nettuno di attivarsi in qualità di Organo Anticorruzione e Trasparenza dell’Ente per i gravissimi fatti, da noi denunciati il 4 maggio, riguardanti la gestione dell’appalto pubblico per la manutenzione del cimitero. Fatti e atti che hanno interessato la condotta dell’assessore Dell’Uomo. Non abbiamo, purtroppo, ricevuto ancora alcuna risposta dal Segretario, così come non abbiamo avuto i doverosi chiarimenti, in merito, del Sindaco, nel ruolo di capo dell’amministrazione e rappresentante politico della maggioranza di governo cittadino. Allo stesso modo, nessuna risposta è ancora arrivata dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Barraco, riguardo la richiesta di convocazione urgente del Consiglio Comunale. Facciamo, dunque, appello ad ogni consigliere comunale, ai doveri d’ufficio e all’etica pubblica, imposta dal proprio ruolo istituzionale, ci rivolgiamo anche a tutte le forze politiche rappresentate in consiglio comunale e alla società civile, affinché si tutelino concretamente i principi di legalità e trasparenza, principi  inderogabili per il buon andamento della Pubblica Amministrazione. In un momento così complicato per ogni cittadino non possono sussistere sacche di ambiguità e silenzi, propri delle solite dinamiche di opportunità politica da cui, come abbiamo dimostrato, siamo stati sempre molto lontani. Nettuno scelga nuovamente da che parte stare. Noi, come cittadini e come consiglieri comunali, abbiamo scelto da sempre”.