Home Politica Bozza di accordo tra Comune di Nettuno e Ferrovie: si tratta sul...

Bozza di accordo tra Comune di Nettuno e Ferrovie: si tratta sul parcheggio

607

“L’Amministrazione comunale di Nettuno, nella persona del Sindaco Alessandro Coppola ha realizzato la bozza di un protocollo d’Intesa con Ferrovie dello Stato Italiane Spa, Rete Ferroviaria Italiana Spa e FS Sistemi Urbani srl, allo scopo di promuovere la riqualificazione urbanistica delle aree ferroviarie dismesse esistenti nel territorio della Città di Nettuno. Si tratta di un lavoro frutto di una serie di incontri tra i vertici di questa Amministrazione e i delegati di Ferrovie, avviati subito dopo l’insediamento della giunta Coppola. Tra le ipotesi di sviluppo prevede la realizzazione di una nuova viabilità di accesso ad un’area di sosta, la realizzazione di un parcheggio di interscambio su una superficie di circa 10mila mq con accesso da via Santa Maria nonché la demolizione del viadotto pedonale esistente e la realizzazione di un collegamento a raso tra via Lombardia e via Ennio Visca. L’ipotesi comprende altresì la definizione delle procedure per la cessione di aree già in uso da parte Comune per una superficie pari a circa 16mila mq (i giardini dietro e davanti la Posta centrale, la piazza della Stazione…), mentre altri 25mila mq costituiranno aree ‘da valorizzare’. Al momento il Comune di Nettuno e Ferrovie hanno conferito un incarico ad un Ente terzo per la stima del valore dell’area. Questo dato consentirà all’Amministrazione comunale di arrivare alla fase conclusiva della transazione. Ferrovie propone il ricorso all’istituto della perequazione, attraverso la possibilità di realizzare su porzione dell’area manufatti edilizi quale corrispettivo della cessione della porzione residua, ed in via alternativa la alienazione attraverso un corrispettivo in denaro. L’Amministrazione è intenzionata, laddove il costo dell’operazione sia alla portata dell’Ente, ad acquisire la zona e valutarne successivamente lo sviluppo con progetti di natura pubblica e di interesse collettivo”.

L’Amministrazione comunale di Nettuno quindi, fa il punto della situazione sullo stato dell’arte della trattativa in corso con Ferrovie. Avevamo dato la notizia nei mesi scorsi e ad oggi si è al medesimo punto, si attende la valutazione dell’area per poter procedere.

L’Amministrazione comunale di Nettuno con una nota stampa tecnica ha puntualizzato i fatti probabilmente a seguito di una comunicazione dei consiglieri comunali di opposizione Daniele Mancini e Simona Sanetti, che nelle scorse ore davano per certa la realizzazione di un parcheggio da 20milla mq assumendosi il merito dell’avvio della trattativa. “Un impegno preso da RFI durante il nostro “breve”(circa 18 mesi) incarico di Giunta comunale – hanno scritto i consiglieri Mancini e Sanetti nella nota – a seguito di diversi tavoli di confronto tecnico-amministrativo con le varie società di gestione del Gruppo: Metropark per i parcheggi di proprietà delle FFSS e Ferservizi che ne gestisce il patrimonio immobiliare”.
Una ricostruzione che viene smentita dal Comune di Nettuno che parla di un progetto non ancora certo ma in corso di contrattazione, di un’area di sosta dimezzata rispetto a quella citata da Mancini e Sanetti e contrattata direttamente da questa Amministrazione con società diverse da quelle citate da Mancini e Sanetti.