Home Attualità Per l’Estate del 2020 si prevede il boom del “turismo di prossimità”

Per l’Estate del 2020 si prevede il boom del “turismo di prossimità”

1553

Sbilanciarsi in aspettative sull’estate che ci attende mentre ancora non siamo usciti dall’emergenza sanitaria in corso richiede una buona dose di cautela: ancora non sappiamo quando potremo ricominciare a spostarci e in quali modalità. Sembra, tuttavia, che possiamo ragionevolmente sperare di concederci qualche giornata di spiaggia, o qualche tour fuori porta, in campagna o in città: ovviamente in Italia, con le dovute precauzioni e nel pieno rispetto di tutte le indicazioni che verranno fornite dalle autorità.

Lo sostiene il sito di Italia Sera e sembra decisamente una previsione ragionevole.

Il periodo da prendere in considerazione sarà quello tra luglio e ottobre e sembra scontato che si riaffermerà il cosiddetto “turismo di prossimità”, che privilegia mete non troppo lontane dalla propria residenza.

Chi vive a Roma e dintorni, da questo punto di vista, è certamente avvantaggiato: dalla Capitale, infatti, è possibile raggiungere comodamente in treno tante località balneari tra cui ovviamente Anzio, Nettuno. Bisognerà quindi farsi trovare preparati. 

Alberghi, case vacanza, affitti stagionali, ma anche ristorazione, gelateria pub, con le dovute cautele potrebbero passare una stagione diversa dalle precedenti e non è detto peggiore. I Comuni devono anche loro farsi trovare pronti ad eventuali indicazioni e misure di contenimento e controllo del virus, ma la stagione estiva potrebbe davvero rappresentare un punto di svolta che Anzio e Nettuno devono cogliere per consolidare il proprio destino di mete turistiche.