Home Cronaca Campo rom davanti ai vigili del fuoco ad Anzio, esposto delle Associazioni

Campo rom davanti ai vigili del fuoco ad Anzio, esposto delle Associazioni

1163

E’ stato presentato a firma dei rappresentanti legali dell’Asd Neroniana Rugby club 1974 e dell’Asd Carlo Cuttitta un esposto, presentato alla Procura della Repubblica, alla polizia locale e al Sindaco di Anzio, relativo alla presenza di un accampamento rom di fronte al piazzale dei Vigili del fuoco e dei campi sportivi ad Anzio2.

“Desideriamo portare a conoscenza delle competenti Autorità – si legge nell’esposto – una situazione di degrado, connotata da precarie condizioni igienico sanitarie, e di potenziale ulteriore pericolo per le cose e per le persone. Infatti, presso piazzale Lanzi antistante il campo comunale di Rugby affidato in concessione all’Asd Neroniana Rugby e, previo accordo del 24/02/2020, utilizzato anche dall’Asd Carlo Cuttitta, nonché alla stazione dei VV.FF, stazionano due e a volte tre famiglie rom in camper vetusti che, abbiamo motivo di ritenere, non sono conformi alle norme previste dal nuovo regolamento del Codice della Strada.

Orbene, l’atteggiamento assunto da tali individui, che spesso sconfinano nell’adiacente campo sportivo, mal si concilia col progetto di avviamento allo sport delle due Associazioni dilettantistiche rappresentate dagli scriventi che, con ogni energia, tentano di trasmettere ai giovani interessati i principi dello sport, quali il rispetto delle regole e dell’ambiente.

Tale la ragione dello sconforto dei genitori degli atleti, quasi tutti minorenni, che sono evidentemente infastiditi dalle feci maleodoranti e dai rifiuti di ogni tipo di cui il piazzale, recentemente ripulito dall’amministrazione nonché saltuariamente da un gruppo di volontari, è nuovamente saturo.

A margine, rappresentiamo che sia recinzione metallica del campo sportivo ma anche l’attrezzatura ivi esistente (panchine, impianto idrico, quadri elettrici) sono state più volte da ignoti danneggiate e, puntualmente, riparate da personale volontario oramai demotivato da tali atti vandalici. Per quanto esposto, visto anche il particolare momento storico, ci aspettiamo una sanificazione dell’ambiente per prevenire altre fonti di infezione. Rendiamo inoltre noto che l’amministrazione già da tempo è a conoscenza della cosa, tantè che per ovviare allo stazionamento delle roulottes ha installato dei cartelli di divieto di sosta perché area destinata alla protezione civile. Fiduciosi per l’interessamento da parte delle autorità preposte, porgiamo distinti saluti”.