Home Politica Coronavirus, il Sindaco e Marchiafava al vertice della Sindaci del Lazio

Coronavirus, il Sindaco e Marchiafava al vertice della Sindaci del Lazio

751

Il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola e il consigliere comunale di opposizione Waldemaro Marchiafava questa mattina hanno preso parte, insieme al Dirigente Benedetto Sajeva, al vertice organizzato dalla Città metropolitana con i Sindaci del Lazio per discutere dei protocolli di intervento in caso sospetti casi di coronavirus. Alla riunione, guidata dal Sindaco Virginia Raggi, era presente anche il Prefetto di Roma e i vertici delle Asl. In sostanza quello che è successo nei giorni scorsi proprio a Nettuno, non senza panico e ansia da parte dei cittadini, ma anche delle Istituzioni che hanno agito con tempestività e prontezza, creando un raccordo sul territorio per prepararsi al peggio. Il caso di Nettuno è stato tra l’altro discusso e l’Amministrazione ha incassato il plauso dell’Assemblea per il comportamento tenuto. “L’assemblea ha ascoltato con attenzione il nostro caso – ha spiegato il dotto Marchiafava, che per la sua esperienza professionale il Sindaco ha volto con se a questa riunione – e sono lieto di dire che in questa occasione il comune ha dato prova di unità e tempestività. Siamo il primo comune che grazie anche alla ia iniziativa ha un tavolo permanente di confronto sulle possibili emergenze e oggi abbiamo avuto modo di prendere atto dei protocolli di intervento che renderanno più facile agire in situazioni future. Davanti a questo genere di emergenze è necessario afre fronte comune e lavorare insieme per il bene dei cittadini”. “Abbiamo avuto un momento di confronto molto importante – ha aggiunto il Sindaco Alessandro Coppola – che ci ha permesso di capire come agire in caso di emergenza. Nei giorni scorsi quando abbiamo temuto che a Nettuno ci fosse un caso ci siamo lasciati guidare dal momento, ma ora sappiamo che dovremo confrontarci sempre con la Asl e la Prefettura se si arrivasse al punto di dover emettere provvedimenti e ordinanze, che non si deve puntare la fai da te ma concordare ogni decisione con gli organi sanitari e territoriali di riferimento. E’ importante agire in modo coordinato ed efficace per are ad ogni emergenza una risposta adeguata”. Nettuno quindi, si è distinta in positivo nell’emergenza durata 48 ore, che ha visto una giovane coppia di Nettuno portata allo Spallanzani e la collaborazione tra maggioranza e opposizione è certamente un valore aggiunto in un momento di forte stress anche emotivo per i cittadini.