Home Politica Acqualatina, vertice in Comune a Nettuno per il via a lavori strutturali

Acqualatina, vertice in Comune a Nettuno per il via a lavori strutturali

613

Un vertice fondamentale quello che si è svolto oggi in Comune a Nettuno alla presenza del Sindaco Alessandro Coppola, dell’Amministratore delegato di Acqualatina, Marco Lombardi, e del Presidente della Spa Michele Lauriola. In discussione una serie di lavori strutturali sulla rete idrica, che porteranno investimenti per oltre 2 milioni di euro in città e che, soprattutto, danno il via ad una serie di incontri per risolvere problemi storici della città, a partire dall’intasamento del Fosso Loricina. Al tavolo anche un ingegnere della Società che gestisce il servizio idrico, Vincenzo Capolei e i delegati locali della società. Acqualatina sta investendo milioni per l’ammodernamento della rete e delle condotte e a breve inizieranno i lavori di sostituzione integrale della condotta portante di Nettuno, che attualmente passa su via Tarquinia. Ma ci sono in ballo anche tratti di estensione della rete, come in zona Verdiana, dove tutti i residenti avranno la possibilità di allacciarsi prima che il comune rimetta a nuovo l’asfalto mentre già si pensa a portare il servizio fino alla zona Sferracavallo. Non solo, la società ha fatto un bando da 10 milioni per la riduzione delle perdite, 1,4 milioni sono destinati al bacino Nettuno, Anzio, Aprilia. “La società sta dialogando in maniera collaborativa con il Comune – ha detto il Sindaco Alessandro Coppola – per risolvere delle criticità storiche cittadine e per offrire un servizio sempre migliori agli utenti. Gli investimenti non mancano e contiamo di riuscire, dopo un confronto approfondito, di fare presente quali sono le proprietà per i cittadini di Nettuno”. “Abbiamo intenzione di tenere un tavolo di dialogo sempre aperto con il Comune – hanno detto Presidente e Amministratore delegato – per studiare le migliori soluzioni possibili nell’interesse del servizio e degli utenti e siamo. disposizione per studiare le proposte che ci ha fatto l’Amministrazione, come quella di inserire i flussi del Loricina nel sistema di depurazione, durante la stagione estiva, per puntare a risultati importanti sulla balneabilità e a riconoscimenti come la Bandiera blu”.