Home Politica Nettuno – L’opposizione: “Questa amministrazione è finita”

Nettuno – L’opposizione: “Questa amministrazione è finita”

602

Tra gli interventi dell’opposizione di centrodestra in conferenza stampa, per spiegare le ragioni della protesta contro il sindaco dimissionario quello del consigliere Claudio Dell’Uomo, che ha dormito in comune per tre giorni insieme a Flamini e Turano. “Ringrazio chi ci è venuto a trovare e ci ha portato da mangiare – ha detto – lo abbiamo molto gradito. C’è chi ha sottolineato la scarsa presenza dei cittadini ma noi non abbiamo agito così per coinvolgerli quanto per rappresentarli. Non si toglie la parola all’opposizione nei consigli, questa maggioranza non si presenta nelle commissioni, non decide nulla, è venuta meno la politica. Non volevamo coinvolgere i cittadini ma molti sono venuti lo stesso, è stato un lungo pellegrinaggio che ci ha dato forza”. Quindi è stata la volta del consigliere Ernesto Flamini. “Il significato profondo di queste giornate di lotta – ha detto – è stato dimostrare che la città è stufa di questa amministrazione e che un’alternativa è possibile. Vogliamo impegnarci per questa città. Per sette anni l’amministrazione Chiavetta ha anteposto ai problemi della città gli interessi particolari e personali. Oggi – conclude – gli uffici sono nel caos grazie allo spostamento dei dirigenti. Se anche Chiavetta dovesse risolvere ora – conclude – tra tre mesi, con il bilancio che ci fa rischiare il crac, sarebbe di nuovo in alto mare. Con questa iniziativa non pensavamo di risolvere i problemi ma di lanciare un segnale e avviare la creazione di una nuova proposta per dare risposte a questa sfortunata città”. Quindi a parlare è stata Enrica Vaccari, assente durante l’occupazione. “Mi auguro che finisca questo percorso amministrativo che ha rovinato la città – ha detto – ringrazio i colleghi che con l’occupazione ci hanno portato a discutere con il prefetto. Speriamo di costruire un cammino per il bene della città”. Alessandro Cesarini ha puntato sulle comunicazioni difficili della giunta. “C’è stata una totale assenza di rispetto per la città e i cittadini, mai ricevuti. In sette anni che hanno fatto? Nulla davvero e anche con il Nettuno baseball, lo hanno lasciato alla mercé dei giochi di potere”. Il consigliere Rodolfo Turano, tra i più strenui fautori dell’occupazione è stato criticissimo. “Non è stato fatto nulla – ha detto – la città deperisce e non ci sono facili soluzioni. Non parlare con noi è stato un atto di arroganza. Solidarietà ai dirigenti spostati? Non a tutti – sottolinea Turano – c’è chi ci ha sguazzato come uno squalo in questa città. Hanno sbagliato tutto sotto gli occhi assuefatti della gente. Non è una crisi politica ma di interessi. Dobbiamo abbattere questo mostro e questo tiranno per andare avanti”. Il consigliere Vittorio Marzoli ha ringraziato chi si è “fatto le notti”, poi ha rincarato: “Abbiamo scoperto che in due anni ci sono stati atti irregolari, irritualità e opacità su questo chiederemo chiarezza”. Infine il consigliere Carlo Eufemi ha invitato tutti i cittadini ad aderire alla manifestazione del commerciante di via Romana Salvo Grimaudo organizzata per il prossimo venerdì con partenza alle 20 da piazza Mazzini.