Home Politica Animali nei circhi, siti in di CasaPound a Nettuno per dire Basta

Animali nei circhi, siti in di CasaPound a Nettuno per dire Basta

"Combattiamo lo sfruttamento animale relativo a feste, sagre e simili concentrandoci soprattutto nella lotta contro

116

“Combattiamo lo sfruttamento animale relativo a feste, sagre e simili concentrandoci soprattutto nella lotta contro i circhi che prevedono i numeri con animali”. Lo scrivono gli esponenti di CasaPound Anzio e Nettuno in una nota stampa.

Mario Eufemi, in particolare, alla luce della situazione di un circo di Nettuno, che tiene animali Savana all’aperto in queste serate in cui la notte la temperatura scende fino allo zero, ha preso carta e penna e, indignato, ha scritto con posta certificata alla Asl, dal Direttore generale al servizio veterinario, al sindaco e vicesindaco di Nettuno, all’ufficio ambiente, alla polizia locale. Quello che chiede a tutti e di andare a verificare le condizioni con cui vengono tenuti gli animali. “Si evidenzia – scrive Eufemi – a titolo meramente esemplificativo, la detenzione all’aria aperta di felini di grandi dimensioni e non autoctoni, esposti a temperature che in queste ore hanno registrato punte inferiori a zero gradi”. Eufemi quindi, sollecita ognuno per quanto di competenza, a verificare se la situazione risponde alle normative vigenti anche in materia igienico sanitaria.

“I circensi – fanno sapere da CasaPound in una nota stampa – ricevono milioni dallo stato per mantenere in condizioni penose gli animali, privandoli della propria dignità ed inoltre offrendo uno spettacolo altamente diseducativo, specie per i bambini. Vogliamo che i contributi statali vengano concessi esclusivamente ai circhi che non sfruttino gli animali chiudendo i rubinetti ai parassiti che millantano condizioni ottimali per le bestie. A livello locale chiediamo che le amministrazioni comunali siano sensibili a tale problematiche impedendo nei loro comuni la sosta di questi carrozzoni della sofferenza”. Domenica, per protestare contro questa situazione, i ragazzi della Foresta che avanza, il gruppo Ambientalista di CasaPound, hanno organizzato un sit in di protesta alle 15 a piazzale Kennedy.