Home Politica Affidamento diretto a Pompozzi dal Comune di Anzio, Dell’Uomo: “Inappropriato”

Affidamento diretto a Pompozzi dal Comune di Anzio, Dell’Uomo: “Inappropriato”

Un affidamento diretto di incarico dal Comune di Anzio all'Architetto, nonché Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Nettuno

1297
Claudio Dell'Uomo

Un affidamento diretto di incarico dal Comune di Anzio all’Architetto, nonché Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Nettuno, Stefano Pompozzi ha fatto storcere la bocca a più di qualcuno.

Una situazione perfettamente lecita (dalla determina di pagamento pubblicata sull’Albo pretorio on line, non si evince quando il lavoro è stato affidato, ma l’assessore ci conferma che l’affidamenti è precedente alla nomina ad Assessore) ma che molti considerano inopportuna.

Il primo a dire la sua su questa notizia è il consigliere di opposizione a Nettuno Claudio Dell’Uomo che, come nel suo stile, non le manda a dire. “Mentre il Sindaco Casto parla di onestà e trasparenza e praticamente arriva all’incidente diplomatico con il Sindaco Bruschini, che neanche viene alla Festa di Nostra Signora delle Grazie e che non lo invita più ad Anzio – dice Dell’Uomo – gli assessori della sua giunta con il Comune di Anzio invece ci lavorano eccome. Una giunta che a quanto pare non è onesta come quella grillina, ma questo non crea problemi all’assessore Pompozzi che anzi ci lavora a chiamata diretta. Eppure, nonostante esista un divieto ad una collaborazione di questo tipo, saltano subito mille motivi alla mente per cui questa collaborazione dell’Assessore Pompozzi, tra l’altro tra i possibili candidati a Sindaco di Anzio secondo voci di corridoio, sia completamente fuori luogo. L’assessore Pompozzi è alla guida del delicato settore dei Lavori Pubblici di Nettuno e se fosse stato qualcun altro, di qualche altro partito a prendere incarichi dal Comune di Anzio, sarebbe scoppiato il finimondo”.