Home Politica Fondi per tagliare le erbacce, ma il contratto già lo prevede: le...

Fondi per tagliare le erbacce, ma il contratto già lo prevede: le accuse dei Grilli di Anzio

"Un'incredibile delibera di Giunta è apparsa all'albo pretorio. La nostra giunta si preoccupa delle erbe infestanti che crescono spontanee in estate lungo

1117

“Un‘incredibile delibera di Giunta è apparsa all’albo pretorio. La nostra giunta si preoccupa delle erbe infestanti che crescono spontanee in estate lungo i bordi delle strade, perchè potrebbero causare incendi e conseguenti problemi alla viabilità”. Lo scrivono i Grilli di Anzio in una nota stampa. “Per questa ragione si chiede alla Camassa, ditta appaltatrice del servizio raccolta rifiuti urbani, un servizio aggiuntivo con una squadra di dieci unità lavorative per un costo complessivo di ottantamila euro piu IVA. E già appare poco chiaro come mai una giunta, organo di indirizzo politico, nel richiedere un servizio stabilisca, oltre la cifra da destinare, anche il numero delle persone necessarie e le ore lavorative che dovrebbero rientrare nelle competenze di chi offre il servizio stesso. Ma la cosa piu sconcertante è andare a leggere il Capitolato Speciale di Appalto e scoprire che questo servizio è già previsto e pagato dai cittadini. Esattamente all’articolo 17 si prevede espressamente “lo spazzamento manuale e meccanico di strade all’interno del perimetro comunale”, la “ rimozione di tutte le erbe spontaneee su cigli stradali “ , la “rimozione dell’erba in crescita sui bordi pavimentati”. Vorremmo conoscere la ragione per cui stiamo spendendo ottantamila euro per un servizio già pagato. Perchè siamo poco propensi a credere che esista un’emergenza erbacce verificatasi solo quest’anno. Mentre siamo parecchio propensi a vedere uno sperpero di denaro pubblico – concludono i Grilli – e una gestione dell’improvvisazione, di cui cittadini si ricorderanno nella prossima tornata elettorale. Nel frattempo abbiamo girato la delibera ai competenti organi di controllo ANAC e corte dei conti”.