Home Politica Vertice in Prefettura Sindacati- Comune di Nettuno, si torna a dialogare

Vertice in Prefettura Sindacati- Comune di Nettuno, si torna a dialogare

La FP CGIL, UIL FPL e DICCAP valutano positivamente il primo incontro avvenuto ieri, 19 giugno, presso la Prefettura di Roma con il vice Prefetto 

904

La FP CGIL, UIL FPL e DICCAP valutano positivamente il primo incontro avvenuto ieri, 19 giugno, presso la Prefettura di Roma con il vice Prefetto Giovanni Borrelli e i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Nettuno, in risposta alla proclamazione dello stato di agitazione dei dipendenti comunali (a cui la Cisl non aveva aderito) a seguito dell’assemblea unitaria svoltasi il 5 giugno.

La proclamazione dello stato di agitazione, che riguarda tutti gli uffici del Comune, nasce dalla situazione di indeterminatezza istituzionale e funzionale in cui si trovano costretti ad operare i lavoratori.

Il Prefetto Borrelli durante l’incontro ha evidenziato, come, le numerose questioni poste da parte delle organizzazioni sindacali presenti al tavolo erano tutte meritevoli di attenzione, ma che avrebbe reso impossibile in quella sede dare puntuale approfondimento di ciascuna. Per questa ragione, ha chiesto se si potessero evidenziare alcune specifiche problematiche ritenute di maggiore rilevanza.

I rappresentanti delle Organizzazioni sindacali, nel concordare sul fatto che tutte le questioni poste all’attenzione, nella nota di attivazione della presente procedura amministrativa di conciliazione, erano meritevoli ciascuna di particolare attenzione lamentavano, in particolare, la difficoltà nel rendere esigibili i frutti della contrattazione decentrata e più recentemente la difficoltà a rendere produttivo il tavolo per i negoziati per il contratto collettivo decentrato e sul fatto, e che all’interno degli uffici vi è uno stato di diffidenza da parte dell’Amministrazione verso i dipendenti.

Le Organizzazioni sindacali hanno tenuto ad evidenziare il necessario recupero di un clima corretto nelle relazioni sindacali e che vedono, nell’ultimo periodo, convocazioni non equilibrate fra le sigle, da parte dell’Amministrazione, fatto che non aiuta il confronto e la serenità delle relazioni stesse.

I rappresentanti del Comune di Nettuno hanno riconosciuto alcuni ritardi, dovuti al rinnovo degli organi amministrativi ed alla mancanza di personale dirigente. Per questa ragione hanno dovuto assumere un dirigente esterno all’Area economica finanziaria, poiché l’amministrazione era sprovvista di tale figura. Ad ogni modo, hanno manifestato la disponibilità, piena ed incondizionata, per un incontro, da tenersi con tutte le Organizzazioni sindacali, per instaurare un clima diverso, più costruttivo che tenga conto degli istituti contrattuali vigenti, dei programmi dell’Amministrazione comunale e delle aspettative dei dipendenti stessi.

Il Prefetto Borrelli, dopo ampia discussione, ha chiesto ai sindacalisti presenti di esprimersi in merito all’esito dell’incontro, in considerazione della disponibilità al dialogo manifestata dall’Amministrazione Comunale, la possibilità di sospendere l’odierna procedura in attesa dell’incontro che si terrà entro tre giorni.

I rappresentanti sindacali hanno accettato l’invito della Prefettura di sospendere lo stato di agitazione, riservandosi di comunicarne l’esito entro 20 giorni, alla Prefettura stessa ed alla Commissione di Garanzia.

“Ci auguriamo comunque – concludono i sindacalisti – per una positiva conclusione della vertenza, che ciascuno faccia la propria parte e che alla riunione che si spera si terrà a breve sia presente al tavolo il Sindaco, Angelo Casto. E’ infatti del tutto evidente che, solo attraverso un’assunzione di responsabilità dei diversi soggetti Istituzionali, si possa mettere tutti i lavoratori nella condizione di svolgere quel ruolo fondamentale che la Legge gli assegna nel sistema della Pubblica Amministrazione”.