Home Politica I residenti del Borgo: “Il nuovo orario non è stato concordato, siamo...

I residenti del Borgo: “Il nuovo orario non è stato concordato, siamo molto delusi”

L'ordinanza con cui il Sindaco di Nettuno Angelo Casto ha concesso per il tutto il mese di maggio l'apertura di nuovo alle 2 di notte

1056

L’ordinanza con cui il Sindaco di Nettuno Angelo Casto ha concesso per il tutto il mese di maggio l’apertura di nuovo alle 2 di notte ai locali all’interno del Borgo medievale non è stata concordata con i residenti. A scriverci per fare chiarezza su questo punto proprio uno dei due residenti che aveva preso parte ai precedenti incontri con i commercianti e con il primo cittadino. “Sono una dei due residenti che due settimane fa aveva incontrato il Sindaco sulla questione Borgo – scrive la donna – visto che in seguito all’incontro del 29 aprile si era tenuto tanto a sottolineare la costituzione di questo gruppo di residenti e attività commerciali, inaugurando così un periodo di collaborazione, mi sembra anche giusto oggi far sapere (in particolare proprio ai residenti del borgo che rappresento) che l’emissione della nuova ordinanza n. 22 sul Borgo pubblicata venerdì scorso, che deroga nuovamente l’ordinanza n. 17 relativamente all’orario di chiusura, non è stata decisa di concerto con l’intera delegazione ed in particolare certamente senza interpellare né almeno avvertire me o l’altro rappresentante dei residenti. Sono profondamente delusa per la scelta fatta dall’amministrazione comunale – conclude la donna – e soprattutto per la modalità di applicazione di questa scelta”.