Home Politica Articolo Uno si schiera a difesa dei dipendenti del Comune di Nettuno

Articolo Uno si schiera a difesa dei dipendenti del Comune di Nettuno

"In questi giorni abbiamo letto lo sfogo del vicesindaco di Nettuno, che con riguardo ai sindacati, li accusava di fare politica attiva, e ci siamo chiesti

1297

“In questi giorni abbiamo letto lo sfogo del vicesindaco di Nettuno, che con riguardo ai sindacati, li accusava di fare politica attiva, e ci siamo chiesti se il signor Mancini oltre che il blog di Grillo in quanto fiero pentastellato conoscesse anche il significato del termine politica”. Lo scrivono in una stampa Roberto Alicandri e Vincenza Combi esponenti del Movimento democratico e progressista articolo Uno. “Secondo il “vocabolario Treccani” – aggiungono – la politica è l’attività di chi partecipa direttamente alla vita pubblica, come membro del governo, del parlamento, di un partito, di un sindacato, di un movimento. Quindi i sindacati fanno bene a fare politica, altrimenti non svolgerebbero quello che è il loro ruolo nella società e che viene ben definito nella carta Costituzionale. Ma a parte questa digressione culturale quello che proprio non possiamo accettare è l’attacco generalizzato ai dipendenti del comune e della Poseidon come unici colpevoli dell’immobilismo in cui la città di Nettuno è rimasta ingessata dalla vittoria della truppa grillina. Se qualcuno non fa il suo dovere è giusto che venga ripreso e nel rispetto delle normative vigenti anche punito, ma a noi sembra che si voglia semplicemente trovare un capro espiatorio da sacrificare sull’altare del qualunquismo per spostare l’attenzione da quello che ormai appare evidente, ovvero che la giunta grillina si è impantanata e non è in grado di realizzare quanto promesso e strombazzato in campagna elettorale. Altra cosa poi che troviamo davvero incredibile è il doppio canale di comunicazione che questa parte politica attua nei confronti dei cittadini. Comunica con i propri simpatizzanti tramite i social network e lascia all’oscuro stampa e cittadini non pentastellati di quello che stanno attuando. Probabilmente hanno confuso il sito del comune che dovrebbe essere l’unico vero mezzo per comunicare con la città con il proprio blog, o magari è così che la Casaleggio ed associati ha deciso che nel futuro si dovrà fare. Se si è dei vostri si ha il diritto di sapere altrimenti per punizione non essendo stati tanto bravi da capire che si doveva votare il movimento cinque stelle si deve essere lasciati in un angolo e in silenzio. Insomma cittadini di serie A e cittadini di serie B. In queste condizioni – concludono – ovviamente noi ci schieriamo fieramente con questi ultimi e rinnoviamo la stima nei confronti dei sindacati che devono continuare a fare politica per difendere con forza i diritti dei lavoratori”.