Home Politica Proloco di Nettuno, Armocida: “Sempre meglio incontrarsi”

Proloco di Nettuno, Armocida: “Sempre meglio incontrarsi”

Il Presidente della Proloco Nettuno Marcello Armocida interviene nella polemica subito risolta tra gli enti di promozione turistica del territorio e l'Amministrazione

1012
Marcello Armocida

Il Presidente della Proloco Nettuno Marcello Armocida interviene nella polemica subito risolta tra gli enti di promozione turistica del territorio e l’Amministrazione comunale che, con una lettera sembrava chiedere ad entrambe le associazioni cittadine di partecipare gratuitamente alle manifestazioni per la Festa di maggio e in più, di padre loro le luminarie, di norma spesa piuttosto consistente. “Verrebbe voglia di rispondere che ‘non si dovrebbe rispondere’ alla vostra lettera e successiva mail, per l’insufficienza di contenuto e costruzione grammaticale della stessa. Ci piace pensare – ha scritto Armocida – in una nota stampa in cui si rivolge direttamente all’Amministrazione – che il tutto dipenda dal fatto che l’assessore Sanetti era impegnata in affari certamente più urgenti e più importanti (e a tale proposito cogliamo l’occasione per fare gli auguri all’assessore per la recente maternità) e che la missiva sia stata elaborata da qualcuno poco attento allo stile, alla forma e ai contenuti.

Detto ciò – continua Armocida – vogliamo ribadire la nostra completa disponibilità a collaborare con l’Amministrazione, come del resto facciamo da sempre, per tutto ciò che attiene all’organizzazione di eventi, manifestazioni ed in generale tutto quel che concerne la promozione turistica della nostra città. Crediamo altresì che quando si tratta con associazioni che hanno curricula importanti e datati, il rapporto tra l’amministrazione e le stesse dovrebbe basarsi e svilupparsi maggiormente tramite incontri e confronti e non con sterili e crede email, ma questo è un nostro pensiero. In attesa di essere ‘convocati’ per sapere come l’Amministrazione intende operare per l’evento in questione, porgiamo distinti saluti”.