Home Politica Insabbiamento al Porto di Anzio, Santori si appella alla Regione

Insabbiamento al Porto di Anzio, Santori si appella alla Regione

469

Sulla questione dell’insabbiamento del Porto di Anzio dice la sua anche il consigliere regionale Fabrizio Santori di Fratelli d’Italia che ha raccolto la segnalazione di Città futura Anzio. “E’ necessario un intervento veloce ed efficace da parte del Consiglio regionale del Lazio sul caso dell’insabbiamento del porto di Anzio – dice Santori – porteremo le istanze di questo territorio alla Pisana perché riteniamo imprescindibile risolvere un’emergenza che rischia di mettere in ginocchio la maggiore fonte economica locale, ovvero il mercato ittico e il suo indotto per la cui qualità Anzio è famosa ben oltre i confini regionali. Non possiamo permettere che un patrimonio di questo livello possa essere disperso a causa della pigrizia e dell’inefficienza del presidente Zingaretti e della sua maggioranza. Di conseguenza ci impegneremo affinché possano essere messi in atto tutti quei provvedimenti di tutela e rilancio del comparto della pesca, partendo proprio dall’eliminazione del rischio insabbiamento del porto anziate, principale luogo commerciale di questa importante località marittima laziale”. “L’economia della città di Anzio da sempre è legata al florido e tradizionale settore ittico – aggiunge da Anzio la portavoce Chiara Di Fede – Un settore già provato dalle recenti manovre del governo e dall’UE a causa delle quali i pescatori anziati, meno di due settimane fa, hanno scioperato nelle piazze romane. Il rischio concreto è che i pescherecci possano subire danni nelle manovre di uscita e di entrata dal porto e che quindi debbano attuare un fermo per ragioni di sicurezza“.