Home Politica Anzio e Nettuno – Giovani Comunisti per lo Sciopero globale delle donne

Anzio e Nettuno – Giovani Comunisti per lo Sciopero globale delle donne

1472

Anche i Giovani Comunisti di Anzio e Nettuno hanno fatto sapere che aderiranno alla grande manifestazione prevista per l’8 marzo a Roma: una giornata di “sciopero globale” a difesa delle fasce di popolazioni più deboli, a cominciare dalle donne, in una data affatto casuale.

“Sarà una grande giornata di lotta per rivendicare il rispetto, l’applicazione e il pieno conseguimento dei diritti civili e sociali delle donne. L’8 marzo scioperiamo – spiegano i Giovani Comunisti – perché vogliamo un lavoro e un reddito dignitoso per tutte/i, un salario minimo europeo perché non siamo più disposte ad accettare salari da fame, perché non vogliamo privilegi ma diritti uguali per tutte/i, perché vogliamo uno Stato Sociale – sanità, istruzione, previdenza, cultura – all’altezza delle tasse che paghiamo, perché i centri antiviolenza devono rimanere laici e devono essere sempre coinvolti ogni qualvolta si elabori un’iniziativa di contrasto alla violenza maschile e sui luoghi di lavoro”.

 

Lo sciopero è anche contro la “buona scuola” del governo Renzi e contro ogni discriminazione sessista, razzista ai danni di donne, lesbiche, gay e trans.

La giornata di protesta avrà inizio alle 8 con lo sciopero delle lavoratrici di Almaviva e il corteo conclusivo, che parte dal Colosseo, comincerà la sua marcia alle 17.

(di Daniele Mancin)