Home Politica Anzio – Stop alle ronde, resta la richiesta di maggiore sicurezza

Anzio – Stop alle ronde, resta la richiesta di maggiore sicurezza

402
I miltanti di Fratelli d'Italia durante una ronda
I miltanti di Fratelli d’Italia durante una ronda

La prima parte della “Mobilitazione sulla Sicurezza” di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale ad Anzio è giunta al termine e la dirigenza del partito tira le somme: centinaia di firme raccolte, cinquanta ore di presidio notturno, nuove proposte elaborate e oltre quindici volontari impegnati. “La nostra è stata fondamentalmente una protesta verso l’immobilismo dell’Amministrazione sulla sicurezza dei cittadini. Abbiamo organizzato un presidio di osservazione del territorio e ci fa piacere che durante la nostra permanenza non sia successo nulla. Merito prima di tutto delle Forze dell’Ordine che, nonostante i pochi mezzi a disposizione, fanno il massimo. Anche per questo chiediamo all’Amministrazione comunale di intervenire al più presto con una serie di iniziative urgenti”. Queste le parole del segretario giovanile Giulia Adriani. “Moltissimi cittadini – ha poi aggiunto – hanno sottoscritto le nostre proposte, che includono, tra le tante, un sistema di telecamere con centrale operativa h 24, il pattugliamento notturno della Polizia Municipale che secondo noi va urgentemente riformata, nonché la creazione di una mappa con le zone maggiormente a rischio. Sia chiaro che non ci fermeremo fino a quando non vedremo dei progetti concreti sulla Sicurezza e non soltanto chiacchiere. Il prossimo appuntamento sarà a Lavinio ed informeremo i cittadini, che per la stragrande maggioranza sono interessati alle nostre proposte. Non è un caso che ai nostri presidi abbiano partecipato anche persone non iscritte al partito”. Giulia Adriani coglie quindi l’occasione per i rituali auguri a nome di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale e del movimento giovanile Gioventù Nazionale. “Facciamo i nostri migliori auguri di un Santo Natale ed un Felice Anno Nuovo a tutti i nostri concittadini e ci vediamo in piazza nel 2015 per una Anzio migliore.”