Home Cultura e Spettacolo Nettuno – Centro immigrati alla città artigiana, è protesta

Nettuno – Centro immigrati alla città artigiana, è protesta

2088
IMG_8581
Il nuovo centro immigrati alla città artigiana di Nettuno

La notizia data ieri in consiglio comunale dal Sindaco Angelo Casto, allertato dalla Prefettura di Roma sull’invio di 100 nuovi migranti sul territorio comunale di Nettuno, ha immediatamente scatenato le polemiche di parte della politica cittadina e di tanti cittadini. I più contestano la scelta della location per ospitare i migranti, in una zona scarsamente servita, senza collegamenti e pericolosa dal punto di vista viario. Passeggiare a piedi in zona, infatti, non è una cosa sicura e i migranti sarebbero in seria difficoltà sia a raggiungere il centro cittadino che il quartiere più vicino: Tre cancelli. In tarda mattinata, a protestare davanti al nuovo centro, (i migranti dovrebbero arrivare questa notte) in cui sono in dirittura d’arrivo i lavori di sistemazione compreso il montaggio dei mobili necessari a garantire l’ospitalità, diversi esponenti di CasaPound Anzio e Nettuno a partire da Mario Eufemi e Linda Zaratti, il consigliere comunale di opposizione Claudio Dell’Uomo, Roberta Bianchi, Salvo Grimaudo, gli esponenti di Noi con Salvini Ernesto Cassandra e Maurilio Leggieri e alcune persone collegate alle liste di Rodolfo Turano. Il gruppo ha annunciato la volontà di realizzare un Presidio permanente per vigilare sull’arrivo dei migranti e per verificare che siano rispettate tutte le condizioni previste per l’insedimento dei migranti che, troppo spesso, dopo essere stati insediati nelle strutture convenzionate, vengono dimenticati e le politiche di integrazione restano lettera morta. “Questo posto non è adatto ad ospitare i migranti – ha detto il consigliere Dell’Uomo – questa strada è pericoloso,a non ci sono marciapiedi e mancano anche i servizi essenziali. Non so davvero come la Prefettura possa aver dato parere favorevole a questa situazione”.