Home Politica Anzio – Salta l’incontro con gli ormeggiatori, sale la tensione

Anzio – Salta l’incontro con gli ormeggiatori, sale la tensione

424
Gli ormeggi al Porto di Anzio

E’ una storia che sembra ripetersi all’infinito quella delle tensioni tra l’Amministrazione comunale di Anzio, i vertici della capo d’Anzio Spa e gli ormeggiatori che da tempo occupano, senza titolo, il molo Pamphili in danno alla Spa che ha la concessione e non riesce a metterla a frutto. Venerdì mattina, dopo un’aspra battaglia giudiziaria che ha visto le cooperative degli ormeggiatori soccombere in Tribunale (in tutti i possibili gradi di giudizio) alle ragioni dell’interesse comune, dopo le urla, le minacce e tutta una serie di atteggiamenti che si sarebbero potuti e dovuti evitare (comprese le intimidazioni all’ex Presidente Luigi D’Arpino), era stato fissato un incontro che doveva essere, almeno nelle intenzioni, risolutivo. Un accordo tra le parti che, agli occhi di qualcuno, era già una concessione eccessiva proprio alla luce degli infiniti ricorsi che da tempo bloccano le attività sul porto. Un incontro quelle di venerdì che sembrava tutelare sostanzialmente gli interessi degli ormeggiatori (a breve scadrà l’ordinanza di sgombero emessa dal Comune su pressante sollecitazione della Regione Lazio) che hanno perso i titoli concessori e sono fuori dai bandi delle assunzioni. Un accordo con il Sindaco e la Spa sembrava cosa fatta ma proprio gli ormeggiatori non si sono, di nuovo, presentati. La tensione in Comune è quindi salita alle stelle e sembra che il neo presidente della Capo d’Anzio Alessio Ciro Mauro non abbia per niente gradito. C’è chi ha parlato di un malore di uno degli ormeggiatori ricoverato in ospedale (chi invece di un intervento programmato da tempo) che avrebbe impedito l’incontro, e c’è chi teme che gli ormeggiatori abbiano deciso, per l’ennesima volta, di presentare ricorso contro il Comune e lo sgombero. Non resta che attendere per capire se si tratta di un film già visto.