Home Politica Capo d’Anzio, tarda la nomina del Presidente

Capo d’Anzio, tarda la nomina del Presidente

461

Una sostituzione davvero difficile quella di Luigi D’Arpino, Presidente dimissionario della capo d’Anzio, che ha lasciato un vuoto davvero difficile da colmare, almeno a giudicare dal tempo che si sta prendendo il Sindaco Luciano Bruschini per procedere alla nuova nomina. A distanza di oltre un mese dalle dimissioni (a causa delle minacce ricevute dagli ormeggiatori e denunciate alle forze dell’ordine) e con una convocazione di Consiglio di amministrazione della Spa rinviata a data da destinarsi (ufficialmente per l’influenza dell’Amministratore delegato) l’unica certezza sul possibile sostituto sono le indiscrezioni che circolano da tempo. Dopo i nomi di Alberto Noli prima e Arcangelo Barone poi, oggi sembra certo che il primo cittadino punti sull’avvocato Alessio Mauro. Il legale, con esperienza consolidata nel campo delle controversie nella Pubblica amministrazione e con un curriculum che comprende l’esperienza di docente universitario, sembrerebbe ad un passo dall’ufficializzazione dell’incarico (ma c’è già chi parla di una possibile incompatibilità legata proprio alla professione) ma è proprio questo ultimo e decisivo passo a mancare, almeno fino ad oggi. Certo è che al momento l’incarico non sia dei più ambiti. Il primo atto del nuovo Presidente dovrebbe essere l’approvazione di un bilancio, ovviamente in perdita. Nei prossimi giorni, in ogni caso, una decisione dovrà essere presa a meno che l’Amministrazione comunale non voglia dimostrare nei fatti che l’ex Presidente D’Arpino è da considerarsi insostituibile, nel senso letterario del termine.