Home Politica Anzio – Millaci (FI): “Bruschini faccia squadra”

Anzio – Millaci (FI): “Bruschini faccia squadra”

606
Massimiliano Millaci

Il Capogruppo di Forza Italia e Delegato allo Sport Massimiliano Millaci, insieme a tutto il gruppo consiliare, ha voluto esprimere la sua opinione riguardo il momento delicato che sta vivendo la città di Anzio.

“Assistiamo in questi giorni a diverse prese di posizione riguardo temi rilevanti sullo sviluppo cittadino, anche con posizioni molto distanti. Come Capogruppo sento la necessità e il dovere di appellarmi a tutti perché la squadra cammini unita verso soluzioni utili per la città senza individualismi che non producono nulla. Anzi creano soltanto un rallentamento per Anzio e allontanano la gente dalla politica fatta col cuore. Non possiamo accettare questo e tutti devono mettersi in testa che c’è una città da rispettare”.

“Ci sono temi molto delicati che dobbiamo affrontare mettendoci seduti intorno a un tavolo di lavoro. Non dimentichiamo il tema del Porto, opera strategica per il futuro di Anzio, dopo due anni e mezzo ancora non decollata e di cui preferiremmo la natura pubblica e non quella privata. Se qualcuno ha questa intenzione deve renderne conto davanti gli occhi dei veri portodanzesi. Così come bisogna adoperarsi per risolvere il tema degli immigrati: Forza Italia trova inopportuno e illogico sistemare queste persone al centro di Lavinio che non merita questa situazione. Siamo pronti a schierarci affianco dei residenti”.

Il gruppo forzista non tralascia neanche la questione delle centrali Biogas: “Sullla Biogas il partito si esprimerà quando avrà notizie più certe – aggiungono Millaci e il gruppo consiliare – In prima analisi, però, possiamo certamente dire che è un tema delicatissimo e che va affrontato pensando solamente al bene dei cittadini”. “Mi auguro che “mister” Bruschini, passatemi il termine calcistico da buon Delegato allo Sport – conclude Millaci – faccia un’attenta analisi della situazione e faccia sì che la squadra degli assessori faccia quadrato con il gruppo consiliare onde evitare incomprensioni che a lungo andare possano causare situazioni spiacevoli”.