Home Politica Nettuno – Mercatini ad agosto e settembre, le regole

Nettuno – Mercatini ad agosto e settembre, le regole

606

Sono state pubblicate sull’Albo pretorio del Comune di Nettuno le Linee guida per lo svolgimento di mercatini artigianali, di antiquariato e oggettistica che si terranno nei fine settimana e nei giorni festivi dei mesi di agosto e settembre del 2015, a firma del commissario straordinario del Comune di Nettuno Raffaela Moscarella e dei dirigenti alle Attività produttive, Rita Dello Cicchi e Attività economico finanziaria Antonio Arancio.

“I mercatini – si legge nella delibera – valorizzano i prodotti dell’ingegno, della creatività e dell’artigianato locale e rappresentano una realtà ormai consolidata accanto ai mercatini settimanali. La loro collocazione nel centro storico può svolgere un ruolo di attrattiva turistica, oltre che commerciale culturale, per questo si rende necessario, in attesa di specifica regolamentazione, fissare le linee guida per il loro svolgimento. La partecipazione dei commercianti, ove le domande siano superiori alla disponibilità, avverrà con il criterio della rotazione. I mercatini dovranno rispettare i criteri del decoro urbano, con l’uso di ombrelloni color panna di 3mt per 3 e tutti gli espositori dovranno attenersi scrupolosamente alla normativa per il conferimento dei rifiuti. E’ vietato l’uso di generatori di corrente, bombole del gas liquido e qualsiasi elemento inquinante o rumoroso. In caso di violazioni e comportamenti scorretti, oltre alle sanzioni, si può disporre la sospensione dell’autorizzazione.

Le zone individuate per lo svolgimento dei mercatini sono piazza del Mercato (9 stand), piazzale delle Sirene (8 stand), piazzale Michelangelo (8+8stand), via De Gasperi (10+10 stand) fino all’incrocio con via Birago. In tutti i casi deve essere assicurato il passaggio di automezzi di pronto intervento. Sono ammessi al mercatino sia operatori professionali che non professionali, sia gli artisti. I beni ammessi sono antiquariato, artigianato, cose vecchie e usate, oggettistica antica, fumetti, libri, stampe, oggetti da collezione. E’ vietata la vendita e l’esposizione di armi, esplosivi e oggetti antichi di interesse storico o archeologico. I venditori non professionali devono avere il tesserino di riconoscimento rilasciato dal Comune di residenza e presentare l’elenco degli oggetti che intende porre in vendita. A verificare il rispetto delle indicazioni, il personale della polizia municipale. I mercatini si svolgeranno dalle 8,30 alle 23,30. Gli espositori non possono intralciare con le proprie attrezzature i servizi e gli ingressi. Chi non si presenta in orario sarà considerato assente e sostituito. I concessionari devono sgomberare e pulire le aree occupate entro un’ora dalla chiusura degli stand. Gli stand non posso essere divisi, scambiati, ceduti o subaffittati. Le domande di partecipazione vanno presentate al comune entro 10 giorni.

Potranno essere venduti esclusivamente oggetti di piccolo antiquariato, bigiotteria, oggettistica usata, articoli da collezione, prodotti dell’artigianato locale, etnico,opere di ingegno a carattere creativo, abbigliamento esclusivamente vintage nel rapporto del 10% dell’area autorizzata. I moduli per la partecipazione sono pubblicati on line.