Home Politica Anzio – Battibecco tra Pennata e D’Arpino che guarda al futuro politico

Anzio – Battibecco tra Pennata e D’Arpino che guarda al futuro politico

575

Una conferenza stampa partecipata quella di questa mattina alla presentazione degli incarichi del collegio 32 del gruppo Noi con Salvini organizzata da Pierluigi Campomizzi, che coordina i comuni di Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia. Tra gli ospiti in sala il Presidente della Capo d’Anzio Luigi D’Arpino, esponente di centrodestra che, alla fine della presentazione (https://www.ilclandestinogiornale.it/politica/14044/anzio-noi-con-salvini-si-presenta-i-coordinatori/) ha posto alcune domane e, infine, è stato protagonista di un battibecco subito chiarito con Mario Pennata. D’Arpino ha chiesto come si poneva il gruppo rispetto alla giunta di Anzio, vista la presenza dell’assessore Sebastiano Attoni in sala e del consigliere Eugenio Ruggiero che invece è in opposizione. A rispondere proprio Ruggiero. “Se l’amministrazione Bruschini porta avanti i punti programmatici di Salvini li appoggerò – ha detto – ma per tutto il resto sono stato eletto e resto all’opposizione”. D’Arpino ha quindi chiesto, in qualità di Presidente della Capo d’Anzio, che posizione ha il gruppo rispetto alla realizzazione del nuovo porto. “Siamo favorevoli – ha detto Campomizzi – finché il porto da lavoro. Meno se lo toglie” ha aggiunto prendendo posizione in favore degli ormeggiatori. Quindi è intervenuto Pennata che ha attaccato D’Arpino sostenendo che le sue fossero solo domande provocatorie. Si sono susseguite quindi un paio di battute personali, poi il chiarimento. “Per quello che mi riguarda – ha spiegato D’Arpino – ero venuto qui con curiosità perché ho un passato politico e intendo avere anche un futuro. Dopo l’evoluzione di An la questione si è fatta complessa e sto guardando al centrodestra. Non sono interessato a questioni di carattere nazionale ma al territorio e quello che visto oggi sono idee variegate e su molti argomenti poco chiare”. Insomma discussione e pace subito fatta e la notizia che per D’Arpino il futuro può essere in politica.