Home Politica Guain e Pollastrini M5s Anzio: “Asilo? Per ora ci guadagna solo il...

Guain e Pollastrini M5s Anzio: “Asilo? Per ora ci guadagna solo il privato”

104

“Asilo nido cosa fatta? Nell’ultimo Consiglio Comunale di Anzio è stata approvata la variante urbanistica di un’area nei pressi dell’ospedale, appena adiacente al territorio di Nettuno, da residenziale a commerciale.
Adesso si vuole far passare con tanta enfasi che il motivo principale per cui si è votato e approvato è che la città ci guadagnerà un asilo nido e tutti lo danno per cosa fatta. Non è così, il Consiglio ha votato niente altro che una variazione del Piano Regolatore, allo scopo di modificare urbanisticamente una possibile area residenziale in commerciale, ovviamente aumentando il valore del lotto a favore di un privato. Soltanto nel momento in cui i costruttori chiederanno il rilascio dei permessi a costruire per il centro commerciale, si potrà sviluppare a livello esecutivo la struttura per asilo nido e le altre pertinenze, fino ad allora l’unico ad averci guadagnato qualcosa è il privato, proprietario del terreno, che si vede aumentare il valore commerciale dell’area che da residenziale, non più appetibile, passa a commerciale.
La verità è che l’intero Piano Regolatore andrebbe rivisto, ormai obsoleto, sono passati 15 anni dalla sua approvazione. Diamo qualche dato. Già nella relazione Istat 2011, nel territorio di Anzio, si palesava il 39% delle abitazioni vuote/invendute (circa 15.500). Oggi il mercato immobiliare è molto sotto i livelli del 2011 con oscillazioni al ribasso tra il 25% e il 40%. Il consumo di suolo del nostro comune è di quasi il 35%, il secondo più alto della Regione Lazio, e tra i più alti d’Italia, costruire villette non è più economicamente appetibile. Si abbia quindi il coraggio di fare una seria revisione del PRG senza più ricorrere a varianti ad personam utili solo all’arricchimento dei privati e senza visione d’insieme sullo sviluppo futuro della città e mirando ad un obiettivo di consumo zero di suolo e al recupero del patrimonio edilizio esistente e delle aree degradate”. Così in una nota stampa i consiglieri comunali del Movimento 5 stelle di Anzio Alessio Guain e Rita Pollastrini.