Home Politica Alicandri e Federici: “A Nettuno il ‘pacco’ della propaganda sovranista”

Alicandri e Federici: “A Nettuno il ‘pacco’ della propaganda sovranista”

"A leggere il comunicato dell'assessore Noce e di coloro che le fanno i complimenti per come sta gestendo la distribuzione dei buoni e dei pacchi solidali

125
I consiglieri comunali Alicandri e Federici

“A leggere il comunicato dell’assessore Noce e di coloro che le fanno i complimenti per come sta gestendo la distribuzione dei buoni e dei pacchi solidali (pagati dallo stato e dalla regione) per le famiglie in difficoltà non può che venire in mente il grande Oscar Wilde.
Tra i suoi numerosi aforismi, sempre taglienti, possiamo difatti ricordare: “l’opinione pubblica esiste soltanto laddove non ci sono idee”. Che appare perfetto per un assessore che deve fare un comunicato per autocelebrarsi per il lavoro che altri stanno facendo, per l’appunto perché di loro competenza. Ma d’altronde da chi ha tagliato i fondi ai disabili e non ha avuto nemmeno la buona educazione di scusarsi con la mamma di un disabile per come era stato trattato dagli uffici del comune cosa ci possiamo aspettare? Ma non finisce qui. La lucida penna di Oscar Wilde ci viene in aiuto anche nel commentare i complimenti che l’assessore Noce riceve da una attivista di estrema destra, che per fare un po’ di storia ricordiamo candidata nella lista Coppola alle ultime elezioni, che per l’appunto si felicita con la Noce per l’aiuto alle sole famiglie italiane. Beh qui lo scrittore irlandese avrebbe vergato sarcastico: “Tutte le volte che taluni sono d’accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.” Ma evidentemente l’assessore Noce non dirà nulla, non smentirà questa iniquità, come sempre scapperà dal confronto pubblico che abbiamo sempre richiesto. D’altronde essere trasparenti per certi politicanti non è un valore. Auspichiamo che questo becero nazionalismo da “homo homini lupus” molti nostri concittadini lo rammenteranno anche quando avranno la matita copiativa ben stretta in in pugno. Vabbè. Ma alla fine cosa possiamo aspettarci da chi a livello locale è sodale di individui come Pillon che riesce ad essere contrario alla legge Zan che garantisce la tutela dei nostri figli contro il razzismo, l’omofobia, la xenofobia e il bullismo. Nulla. Ma possiamo, dobbiamo e vogliamo resistere”.
Lo scrivono in una nota stampa i consiglieri comunali del Pd di Nettuno Roberto Alicandri e Marco Federici.