Home Politica La Alessandrini della Lega di Nettuno tuona contro l’opposizione

La Alessandrini della Lega di Nettuno tuona contro l’opposizione

"È vergognoso strumentalizzare i disabili per Meir giochi politici. 'Esiste una persuasione che non si ottiene né col denaro né con le minacce, ed è quella che esercitata

438
Lorenza Alessandrini

“È vergognoso strumentalizzare i disabili per Meir giochi politici. ‘Esiste una persuasione che non si ottiene né col denaro né con le minacce, ed è quella che esercitata con la retorica’. L’arte della retorica per argomentare i fatti, per creare il contraddittorio tra le parti politiche, è consuetudine da sempre e consentito, ma questa volta a Nettuno i consiglieri di opposizione hanno superato il segno.
Urlare e strapparsi i capelli, puntando il dito contro un’amministrazione, accusandola di aver tolto risorse destinate al trasporto disabili, è un messaggio ‘pericolosamente’ fuorviante e tendenzioso, poiché con l’obiettivo di attrarre consensi popolari, si rischia di destabilizzare un’intera comunità già troppo provata dal momento drammatico che tutti stiamo vivendo. Quanto accaduto nell’ultimo Consiglio Comunale e successivamente scritto nelle note stampa dalle forze di opposizione è vergognoso e avvilente. Infatti secondo quanto detto e scritto da questi, i consiglieri comunali di maggioranza (me compresa) avrebbero votato un emendamento con l’obbiettivo di spostare la somma di € 10.000 da un capitolo di bilancio relativo al trasporto disabili, ad un altro capitolo relativo ad un fondo a supporto delle famiglie che a causa dell’emergenza covid si trovano in condizioni di difficoltà economiche e sociali, cosa sicuramente vera ma non spiegano che i 10.000 euro, sono stati presi da un eccedenza di 50.000 euro, disponibili per il ridimensionamento del servizio a causa del blocco per Covid (su richiesta delle famiglie direttamente interessate) e per economie di gara. Di questi 50.000 euro in eccesso quindi, ne rimangono 40.000 sempre in eccesso sul capitolo trasporto disabili che magari saranno utili proprio per potenziare lo stesso servizio, al contrario quindi di quanto vogliono far credere. Personalmente mi sento indignata, non perché accusata direttamente a mezzo stampa, ma perché il livello della politica in generale e soprattutto nel Comune di Nettuno è crollato ad un livello cosi basso e indegno che uccide la speranza che ormai ci possa essere un confronto costruttivo e vero per il bene della comunità. Strumentalizzare le persone più deboli e i loro cari, trasformando la verità, porta solo odio e confusione sociale, è questo lo ritengo molto pericoloso e vergognoso”. Così in una nota stampa il consigliere comunale della Lega di Nettuno, Lorenza Alessandrini.