Home Politica Avviso per le luminarie, il Sindaco di Nettuno: “Lasciamo aperta una speranza”

Avviso per le luminarie, il Sindaco di Nettuno: “Lasciamo aperta una speranza”

E' stato pubblicato sull'Albo Pretorio del Comune di Nettuno l'avviso inerente l’allestimento delle luminarie e per l'istallazione di un albero di Natale

354
E’ stato pubblicato sull’Albo Pretorio del Comune di Nettuno l’avviso inerente l’allestimento delle luminarie e per l’istallazione di un albero di Natale e relativi addobbi natalizi e luci artistiche. Due impegni di spesa, con procedura Mepa, distinti con il progetto “Christmas Light” che prevederebbe l’illuminazione completa di punti strategici della città di Nettuno (per una cifra pari a 25mila euro IVA inclusa) o, in alternativa, la sola istallazione dell’albero di Natale di 12 metri con addobbi e illuminazione artistica a corredo (per una cifra pari a 10.502,00 euro IVA inclusa). Un avviso che prevede in caso di Lockdown o di peggioramento dell’emergenza sanitaria relativa al Coronavirus anche l’assegnazione di uno solo dei due servizi. “L’impegno di questa Amministrazione – afferma il Sindaco Alessandro Coppola – è rivolto da sempre e prioritariamente verso chi soffre e verso chi ha bisogno, ma abbiamo voglia di pensare, attraverso una vena di ottimismo, che la situazione epidemiologica possa migliorare e possa consentire la riapertura delle attività.
L’avviso relativo agli allestimenti natalizi è stato pertanto pensato sia per i commercianti che per i cittadini. Gli addobbi e le luminarie rappresentano un’attrattiva necessaria per incrementare le possibilità di lavoro dopo tante difficoltà e per far vivere ai nettunesi, specialmente ai più piccoli, una atmosfera di gioia e serenità dopo un periodo tanto buio come quello che stiamo vivendo.
Valuteremo, peraltro, l’opportunità di procedere o solamente con l’istallazione dell’albero di Natale con i relativi addobbi e illuminazione artistica o con il progetto delle luminarie o anche, in caso di chiusura totale, di non procedere con l’assegnazione. Attività aperte e una città buia non aiuterebbero gli operatori economici a riprendersi dopo mesi di chiusure e di difficoltà.
Non conosciamo lo scenario che si prospetta davanti a noi, ma dobbiamo essere pronti, qualsiasi saranno le decisioni del Governo in relazione alla diffusione del Covid 19.
E’ un dovere nei confronti di tutti i cittadini, ma è anche una scelta di responsabilità verso le categorie economiche del nostro territorio. Saremo pronti a sostenere qualsiasi evento e con ogni mezzo una volta approvato il Bilancio, anche investendo l’ eventuale risparmio relativo agli impegni di spesa afferenti questo bando.
Il Natale è una festa di vita e speranza ed è questo il segnale che come amministrazione avremmo voluto dare dopo l’emergenza Coronavirus.
Ci ritroviamo oggi a dover ancora convivere con la pandemia, ma vogliamo offrire a cittadini e turisti una città attrattiva e accogliente in caso di miglioramento della curva epidemiologica.
Dobbiamo fare il possibile, sempre in massima sicurezza, per regalare soprattutto ai bambini un’atmosfera di magia nonostante tutto.
Sarà un Natale sicuramente più sobrio, più intimo, ma accalorato dalla volontà di rispettare una ricorrenza che celebra la vita dando alla comunità, nel limite del possibile e del consentito, un segnale di speranza”.