Home Politica Ammesse le mozioni dell’opposizione, Dell’Uomo: “Non mi nascondo”

Ammesse le mozioni dell’opposizione, Dell’Uomo: “Non mi nascondo”

276

Sono state considerate ammissibili le mozioni e le interpellanze presentate dall’opposizione di Nettuno in consiglio comunale.  Mentre l’opposizione ha riletto la sua mozione con il Segretario c’è stato un battibecco tra i consiglieri Marco Federici e Tiziana Ginnetti, la Ginnetti sottolineava la perdita di tempo da parte dei consiglieri di opposizione, Federici difendeva i colleghi. Quindi il consigliere Fabrizio Tomei ha chiesto di sospendere la seduta per avere modo di leggere il documento. Ad intervenire in fiore dell’opposizione l’assessore Claudio Dell’Uomo. “Sono qui non mi nascondo, sono venuto per rispondere, dove possibile facilitiamo la discussione perché noi non ci vogliamo nascondere come hanno fatto altri in passato in merito agli abusi edilizi a noi non ci avete fatto neanche parlare e avete secretato tutti i documenti”. Il riferimento era al consigliere Daniele Mancini per cui si era discusso, al momento del suo insediamento di un’incompatibilità legata ad un’abuso edilizio nella sua abitazione. Il consigliere Roberto Alicandri ha poi dato lettura della mozione dell’opposizione che chiede conto di alcune dichiarazioni dell’assessore Dell’Uomo alla stampa sul bando per il cimitero. Anche Mancini ha letto la sua mozione, poiché molto simile a quella di Alicandri, Marchiafava, Taurelli e Federici, per dare una risposta univoca. Mancini ha letto la sua mozione leggendo anche una parte del documento che era stata cancellata ed è stato per questo ripreso dal Presidente del consiglio comunale e anche dal consigliere Tiziana Ginnetti che ha sottolineato più volte come, ancora una volta il consigliere Mancini fosse ‘scorretto’.