Home Cultura e Spettacolo Al Liceo Picasso di Anzio al via i nuovi corsi di Audiovisivo...

Al Liceo Picasso di Anzio al via i nuovi corsi di Audiovisivo e Arti Figurative

150

Nella sede del Liceo artistico Pablo Picasso di Anzio ci sono grandi novità in arrivo, oltre agli indirizzi storici Design dei metalli e dell’oreficeria e Design del tessuto dallo scorso anno si sono aggiunti due nuovi indirizzi: Audiovisivo e multimediale e Arti Figurative. I nuovi indirizzi saranno importanti per aumentare la già ricca offerta formativa e didattica presente nell’istituto e sarà un’occasione per la città di Anzio di avere una scuola d’arte completa con sezioni utili alla crescita artistica e culturale del territorio. Un’anteprima delle potenzialità dei nuovi indirizzi si è già manifestata tra febbraio e maggio di quest’anno dove nell’ambito del progetto “Cittadinanza e Costituzione – Colori, Suoni e Sapori Della Nostra Citta” è stato organizzato un corso di Fotografia per le scuole medie ed elementari presso L’istituto Comprensivo ANZIO 1. Il corso, coordinato dalla prof.ssa Paola Palomba e tenuto dal docente del liceo artistico Pablo Picasso di Anzio, prof. Stefano Trappolini in collaborazione con la prof.ssa Daniela Rossi, è stato molto apprezzato dai giovani alunni dell’Istituto, che hanno effettuato diverse escursioni nel territorio tra la villa di Nerone, Villa Sarsina, il parco del Vallo Latino Volsco e il porto di Anzio. Sono state coinvolte molte classi delle elementari e delle medie, gli allievi hanno risposto massicciamente e con grande entusiasmo. Il progetto è stato realizzato per sensibilizzare le nuove generazioni alla bellezza del paesaggio e del territorio e per far conoscere il nuovo indirizzo di Audiovisivo e multimediale presente dallo scorso anno al liceo Artistico Picasso di Anzio, unica scuola della provincia a sud di Roma ad avere tale sezione, dove si studierà fotografia, cinematografia e disegno animato. L’apertura di tale indirizzo offre uno sguardo al contemporaneo, che vive un’epoca dove i tre/quarti delle immagini sul web sono foto e video e la comunicazione visiva digitale è sempre più presente, aprire questa sezione è sembrato dunque un atto dovuto per una scuola attenta anche al mondo del lavoro e alle nuove tecnologie.