Home Cronaca Anzio Al Museo Civico Archeologico di Anzio si parla di archeologia e turismo

Al Museo Civico Archeologico di Anzio si parla di archeologia e turismo

143

di Mirko Piersanti

E’ ufficialmente iniziato oggi pomeriggio il corso “Archeologia e turismo 2019” che durerà per tutto l’anno solare e avrà l’obiettivo di informare e formare gli operatori turistici ed esercenti commerciali. L’evento si è svolto alle 14.30 presso il Museo Civico Archeologico di Anzio, oltre a tanti partecipanti erano presenti anche lo storico dell’arte Clemente Marigliani, il responsabile del Museo Giusy Canzoneri e i tutor. “Archeologia e turismo” è un progetto che vuole contribuire concretamente a preservare le tradizioni locali e sviluppare le realtà economiche di Anzio. Il professor Marigliani ha mostrato, attraverso l’uso delle slide, una serie di immagini di diversi edifici della città neroniana, ognuno con la sua particolarità e con la sua struttura architettonica. Lo straordinario fascino della storia millenaria di Anzio e le sue variegate espressioni hanno indotto l’amministrazione comunale anziate, tramite il Museo Civico Archeologico, a esaminare le potenzialità del patrimonio ereditato dal passato, anche nell’ipotesi di trasformarlo di risorsa economica. Questo progetto di formazione, come specificato prima, è rivolto agli operatori turistici e agli esercenti commerciali con l’intento di formarli e creare premesse adeguate affinché siano supportati per formulare una corretta ed equilibrata promozione turistica. La giusta combinazione di due fattori, ovvero quello del turismo e quello del patrimonio culturale, crea una sinergia capace di favorire lo sviluppo di un turismo di qualità con la prospettiva di destagionalizzare il flusso turistico e di incrementare occupazione ed economie territoriali. Gli strumenti utilizzati dall’amministrazione comunale, dal Museo Civico Archeologico e dall’Assessorato della cultura, al fine di centrare questi obiettivi, sono quelli del dialogo, della formazione e dell’interazione tra i diversi soggetti coinvolti che sono : operatori museali, assessorato, operatori turistici ed esercenti commerciali. L’incontro tra domanda e offerta, in tal modo potrà concretizzarsi nella presenza continua di turisti che scelgono Anzio, non soltanto per la bellezza del suo territorio ma anche per la qualità delle sue risposte in ambito culturale. Alla fine dell’incontro si è voluto dare attenzione a una particolare tematica, ovvero quello dello spreco dell’acqua potabile, una risorsa preziosa che non va assolutamente lasciata in secondo piano in quanto fondamentale per la vita di tutti gli esseri viventi. Il Museo Civico Archeologico e l’amministrazione comunale di Anzio hanno voluto lanciare un campagna di sensibilizzazione intitolata ” Questo museo non spreca l’acqua.. e tu?” con l’obiettivo di far riflettere su un argomento molto delicato e su cui è necessario fare qualcosa di concreto.