Home Cultura e Spettacolo Successo al Santuario per il musical “Sbarre di Carta” sul tema del...

Successo al Santuario per il musical “Sbarre di Carta” sul tema del perdono

E' stato un successo il musical “Sbarre di Carta” che ha raccontato ai tantissimi presenti la vicenda di Alessandro Serenelli, l’uccisore di Santa Maria Goretti 

398

E’ stato un successo il musical “Sbarre di Carta” che ha raccontato ai tantissimi presenti la vicenda di Alessandro Serenelli, l’uccisore di Santa Maria Goretti perdonato dalla bimba sul letto di morte. E proprio il percorso esistenziale indissolubilmente legato alle parole e ai sentimenti di perdono che la piccola ‘Marietta’ ebbe per lui prima di morire, vivendo negli anni una profonda conversione. A firmare la biografia di Serenelli padre Giovanni Alberti – a lungo già Rettore del Santuario di Nettuno e agiografo di Santa Maria Goretti – intitolandola appunto “Alessandro Serenelli, storia di un uomo salvato dal perdono”.

E i cittadini con la loro presenza hanno premiato un ampio progetto culturale ideato e realizzato dal gruppo “Pentecoste” del Rinnovamento nello Spirito Santo di Nettuno in collaborazione con la scuola di danza Gemy School: in modo particolare si rivolge anche al mondo carcerario e ai detenuti avendo l’intento di offrire una riflessione sull’esistenza umana e sui percorsi di cambiamento e rinascita che a volte riescono a scrivere finali inediti nella storia di ogni uomo e donna, come accaduto in questa vicenda che ha lasciato alla nostra città la traccia di un’eredità umana e spirituale che tuttora porta a Nettuno migliaia di pellegrini ogni anno.