Home Cultura e Spettacolo Caffé letterario Levante e Satricvm insieme per una serata di arte e...

Caffé letterario Levante e Satricvm insieme per una serata di arte e musica

1240
Un'immagine della serata di martedì

Nella splendida cornice del Satricvm dello Chef Max Cotilli e in collaborazione con Levante Caffè Letterario di Claudia Mancini, è andata in scena martedì una serata unica nel suo genere, che ha visto la fusione di arte, musica, reading e food gourmet.
Lo Chef Max Cotilli ha creato un Menù ispirato alla corrente artistica degli anni ’20; ad accompagnare l’uscita dei piatti, la meravigliosa voce di Aurora Passone unita alla sua band, i
 “Belleville GypsyJazz Quartet”, e la voce narrante di Claudia Mancini che, sulle note dei Belleville, ha descritto la vita degli artisti scelti per raccontare gli anni ’20.
Il Menù dedicato alla serata è stato creato dallo Chef Max Cotilli sulla base degli autori proposti da Claudia Mancini, una selezione attenta e organizzata per far respirare ai presenti il noir e il brio dei primi anni del Novecento. Il benvenuto di Claudia Mancini ha dato avvio all’uscita in scena dei piatti:

Dalì Tapas: Pane, acciughe del Cantabrico, Spuma di Ricci

Surrealismo: Formaggio, Pere e Limone che riportava alla memoria gli orologi molli di Dalì

Chanel N.5: Consommes Gelsomino, Rosa e Vaniglia

Tubino Noire: Rigatoni, Melanzana bruciata e Bufala ricordando il famoso tubino nero ideato da Coco Chanel

La metafora dell’uovo: Tonno, Cavolfiore, Capperi, Polvere d’Arancia ispirato al giuoco delle parti di Pirandello, due uova uno pieno ed uno vuoto al profumo di arancia, accompagnati con il tonno.

Sei personaggi in cerca d’autore: sei diverse parti di maiale in sei diverse cotture.

Gianduiotto vecchia Torino: Cioccolato Caffarel e Nocciola del Piemonte IGP, ricetta originale degli anni 20.


Claudia Mancini, ancora emozionata, descrive la serata come: “i
l perfetto connubio tra diverse arti, una vera e propria esperienza multisensoriale, dalla vista al gusto passando per l’olfatto e arrivando poi ad apprezzare l’arte di giunzione che è la musica, unita ai testi scelti degli autori più apprezzati dalle correnti degli anni ’20; in Satricvm guarda a Levante tutto è stato perfetto, ogni elemento al suo posto per comporre l’opera d’arte finale. Ringrazio lo Chef Max Cotilli che ha sostenuto l’idea della serata e la moglie Sonia Tomaselli, padrona di casa, Maitre e Sommelier AIS”.
Prossimo appuntamento il 4 Aprile con una nuova serata tutta da scoprire
.