Home Cultura e Spettacolo Anna Silvia Angelini presenta il suo nuovo libro il 14 marzo alla...

Anna Silvia Angelini presenta il suo nuovo libro il 14 marzo alla Pisana

127

“Legate da un sottile filo rosso”, il libro di Anna Silvia Angelini sarà presentato lunedì 14 marzo alle 16 presso il Consiglio regionale del Lazio, nella Sala Mechelli in via della Pisana 1301.
La scrittrice Anna Silvia Angelini presenterà il suo nuovo libro edito da Bertoni alla presenza di Fabio Capolei, consigliere regionale del Lazio, l’Editore Jean Luc Bertoni, Vittoriana Abate giornalista RAI 1, Stefano Callipo, presidente osservatorio violenza e suicidio, Marina Baldi, docente genetica forense, Monica Brandiferri, consigliera pari opportunità provincia di Teramo. Modera la giornalista Antonella Rizzo. È prevista inoltre la partecipazione di Massimiliano Ferragina, artista, Paola Zanoni, giornalista, Stefania Cacciani, psicologa, Federica Pansadoro, giornalista, Simona Battistelli, artista Simona Abate Psicologa.
“In un mondo in continua evoluzione, che ha raggiunto notevoli traguardi sociali, sembra che il riconoscimento dei diritti e della parità di genere debba richiedere ancora fatica e tempo – spiega la scrittrice e presidente dell’associazione AIDE Nettuno APS – siamo vicini alla giornata internazionale dei diritti delle donne e le storie descritte nel mio libro non fanno altro che ricordare quanto il ruolo della donna contemporanea sia ancora agganciato a degli stereotipi storici”.
Nel corso dell’evento verranno letti dei brani del libro dalla scrittrice Antonella Rizzo. Il libro mette in evidenza il ruolo della donna e la sua sacralità, tracciando un excursus storico sulla violenza di genere. Arricchito dalla prefazione della giornalista Vittoriana Abate e dalle immagini artistiche di Simona Battistelli a corredo di ogni storia, il testo si ripropone di accompagnare il lettore verso una nuova consapevolezza. Anna Silvia Angelini è alla sua seconda pubblicazione dopo il successo del suo libro d’esordio “La Violenza Declinata”, anche in questo caso curato dalla casa editrice Bertoni.