Home Cultura e Spettacolo All’Apicio Colonna Gatti l’incontro “Dalla crisi climatica alla sostenibilità ambientale”

All’Apicio Colonna Gatti l’incontro “Dalla crisi climatica alla sostenibilità ambientale”

122

Nell’ambito delle attività di Educazione Civica, ieri dalle 9 alle 13 presso l’Auditorium di Via Nerone, dell’Appicco Colonna Gatti si è tenuto l’incontro “Dalla crisi climatica alla sostenibilità ambientale”. Referente del progetto è stata la professoressa Di Cesare. L’incontro – volto a promuovere una sensibilizzazione degli alunni sulle tematiche dell’Agenda 2030 nonché l’attivazione di “reti solidali” sul territorio – ha visto la partecipazione dei Volontari del Banco Alimentare del Lazio ODV e di giovani scrittori impegnati per la Tutela Ambientale. Hanno partecipato le classi di indirizzo socio-sanitario e moda: 1AS-1AM- 3AS-3BS-4AS, di indirizzo alberghiero: 2B-2C-2D. L’evento è stato fruibile dalle altre classi in modalità “a distanza”. All’incontro, che si è svolto nel rispetto delle regole di prevenzione Covid-19, ha preso parte anche l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Nettuno Maddalena Noce, che ha avuto modo di parlare agli studenti.
“Cari ragazzi – ha detto salendo sul palco – sono davvero felice di essere oggi qui con voi e di poter parlare di questi argomenti che sono di grande attualità e una vera preoccupazione per molti di noi.
Gli studenti, voi giovani e giovanissimi state ereditando un problema grande, che ci hanno lasciato i nostri padri e nonni, il problema di riuscire a produrre abbastanza per le esigenze della popolazione mondiale senza uccidere il nostro pianeta. Ma anche il problema di distribuire le risorse del mondo in maniera più equa.
La verità è che il problema ci viene dal passato, ma siete voi, la vostra generazione, ad essere chiamati a trovare la soluzione. In questi giorni di questi argomenti si sono occupati i leader mondiali, prima a Roma e poi Glasgow, ma sono state indicate soluzioni a lungo termine e ci sono state tante critiche. Al tavolo dei potenti però erano seduti anche ragazzi come voi, come Greta Thumberg che si è fatta portavoce mondiale dell’emergenza climatica.
Questo vuol dire che la vostra voce è importante, che da voi ci si aspetta moltissimo. Anche io ho grande fiducia nella capacità dei giovani di trovare soluzioni per un mondo che sia migliore, più etico e solidale. Ma al di là di grandi trovate e soluzioni politiche e nazionali a problemi mondiali, quello che è davvero importante è che ognuno di noi, nel suo piccolo, faccia sempre la sua parte con impegno.
Questo vuol dire che anche se oggi nessuno di noi può decidere di abbassare le emissioni di gas serra tutti noi possiamo però fare scelte importanti: possiamo non buttare la plastica in spiaggia, non sprecare cibo, non sporcare le nostre strade, le spiagge i parchi. Tutti noi possiamo spegnere la luce quando non serve e non sprecare energia, o anche il gas, possiamo non sprecare cibo. L’impegno quotidiano di ognuno di noi può fare la differenza e questo è un impegno che dobbiamo sempre avere in mente. Dobbiamo essere virtuosi mentre siamo con i nostri amici, mentre passeggiamo per strada, nelle piccole cose di ogni giorno. Quando decidiamo di fare qualcosa dobbiamo iniziare a valutare l’impatto ambientale. Il nostro impegno, a partire da oggi, da qui, da Anzio e Nettuno, può fare la differenza per avere delle città più pulita, un mare meno inquinato e un mondo più sano. Io mi impegno per questo, spero lo facciate anche tutti voi”.