Home Cronaca Anzio Anzio – D’Arpino replica a Tulli: “Le donne padrone del mondo”

Anzio – D’Arpino replica a Tulli: “Le donne padrone del mondo”

517

“Sono due le donne che hanno fatto presente la loro situazione e che vorrebbero essere assunte dalle cooperative degli ormeggiatori – fa sapere il Presidente della Capo d’Anzio Luigi D’Arpino, replicando alle dichiarazioni di Renzo Tulli sulla contesa per i posti destinati ai figli dei soci – loro sarebbero disposte anche a fare le ormeggiatrici – aggiunge  – e dire che questo non è un lavoro per donne è gravissimo. Le donne sono padrone del mondo e queste affermazioni fatte il 9 marzo sono anche più gravi. Io conosco donne capitano, donne marinaio e donne ormeggiatrici, possono fare tutto e che non possano lavorare solo al porto di Anzio mi fa davvero preoccupare. Dire che il porto è una trappola è una denuncia bella buona – sottolinea il Presidente della Capo d’Anzio – che mi vede costretto ancora una volta ad allertare la Capitaneria di Porto, la Guardia di Finanza e Asl. Si dichiara apertamente che ci sono problemi di sicurezza ed io sono preoccupato perché le cooperative degli ormeggiatori non mi hanno neanche inviato la malleva dai rischi che avevo inviato loro nello scorso mese di settembre. Li inviato immediatamente ad inviare la documentazione richiesta. Una persona che lavora con tante problematiche e dichiara che è pericoloso è alla follia. Invito le autorità – ribadisce D’Arpino – a verificare immediatamente quanto dichiarato spontaneamente da una delle persone che lavorano con le cooperative”. Non solo. “Gli affari stanno in remissione? – aggiunge a tutto campo D’Arpino – io gli ho fatto una proposta di assunzione e non sono voluti venire a lavorare con la Capo d’Anzio, le cose non devono andare poi così male. Si tratta di persone che conosco da una vita – conclude – e con loro avrei voluto costruire il nuovo porto di Anzio, invece hanno preferito fare ricorso al Tar e poi dicono che le banchine sono pericolose, mi sembra tutto davvero assurdo”.