Home Cronaca Anzio Anzio – Spine di pesce in mensa, la protesta dei genitori

Anzio – Spine di pesce in mensa, la protesta dei genitori

500

“Alla scuola del Quartiere Europa continuano a trovarsi parti di lisca di pesce nei piatti (hamburger di orata al cartoccio, pepite di spigola, sformato di orata….ecc) e le maestre continuano con le segnalazioni all’ufficio mensa, all’assessorato e al centro cottura“. A segnalarlo, per l’ennesima volta uno dei genitori dei bambini, tra l’altro, anche nutrizionista. “Come ci di accorge di questo fatto? Le pietanze scricchiolano sotto i denti, e uno-due bambini più grandicelli sputano pezzi biancastri o spine dalla bocca chiedendo alla maestra che roba e’???? Mi azzardo nel dire che episodi simili probabilmente accadranno anche in altre scuole, come è già successo. Al centro cottura di riferimento hanno cambiato i cuochi, e le cose vanno decisamente meglio – aggiunge la mamma – ma resta il problema delle spine. Perché nelle cucine continua a non esserci un sistema adeguato per l’eliminazione completa della lisca dalla polpa del pesce? Io da nutrizionista dico che è meglio un filetto di platessa congelato ma senza spine piuttosto che pesce fresco con le spine in mezzo”. Non si può non considerare infatti, conclude la mamma, che si tratta pur sempre di una “mensa per bambini”.