Home Cronaca Sopralluogo dell’assessore di Nettuno Dell’Uomo al canile Alba dog

Sopralluogo dell’assessore di Nettuno Dell’Uomo al canile Alba dog

662

Questa mattina, a seguito delle notizie di stampa sul blitz della Polizia locale di Ardea al canile comunale di Pomezia Alba dog, l’assessore del comune di Nettuno Claudio Dell’Uomo di concerto con il Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, ha deciso di fare un sopralluogo alla struttura centine ricoverati anche i cani di Nettuno. Al sopralluogo, deciso all’ultimo minuto, sono stati invitati i consiglieri di opposizione che, avvertiti senza alcun preavviso non hanno potuto essere presenti. L’assessore ha invitato anche la nostra Redazione a prendere parte alla verifica ed abbiamo accettato di visitare la struttura spesso oggetto di attacchi sui social.

Ad accogliere l’assessore Dell’Uomo all’ingresso il personale nel gabbiotto. Una donna gentilissima, che si aspettava, a seguito del blitz, che i delegati dei comuni si sarebbero fatti vivi per verificare le condizioni degli animali. La visita alla struttura è iniziata immediatamente. Il primo ingresso è stato nella zona degli accessi recenti, in cui i cani vengono trattenuti appena portati nella struttura per i controlli necessari sullo stato di salute. Una gabbia era appena stata svuotata ed un addetto la stava disinfettando. Il cane ospite è stato trasferito con tutti gli altri a seguito di una valutazione sulla sua compatibilità ambientale. All’occhio non esperto di tecnici del tribunale o di veterinari della Asl la struttura è apparsa pulita, ben disinfettata e gli animali ben nutriti e vitali. Nel corso della visita ci sono state mostrate tutte le zone di custodia degli animali. Nessun cane sembrava in condizioni di salute critiche, i ‘nuclei familiari’ sono stati rispettati, con le cucciolate abbandonate, in sostanza, sono custodite negli stessi spazi. I cani più socievoli possono stare insieme fino a 5 esemplari, i più aggressivi in due e nei casi più seri da soli. La dipendente che ci ha guidato nel giro ha dimostrato di conoscere bene la storia di ogni animale e di averne a cuore le sorti. Durante il giro, avvenuto alle 10 circa, erano in corso le operazioni di pulizia delle gabbie, che avviene ogni giorno mentre erano già stati puliti il gattile con gli spazi singoli e l’aria condizionata e l’ambulatorio con i medicinali sotto chiave. La titolare ci ha anche tenuto a dare la buona notizia dell’adozione di ben 5 gatti, gli ultimi provenienti da Nettuno, arrivati tutti insieme qualche mese fa. Nella struttura, oltre al personale, erano presenti dei volontari venuti per dare una mano con lo sgambamento  degli animali. “Da quello che abbiamo potuto vedere – spiega l’assessore Dell’Uomo – gli animali sono ben custoditi e nutriti. Abbiamo anche visto i volontari al lavoro per farli camminare. Viste le polemiche e le sollecitazioni delle Associazioni una verifica era necessaria e siamo sollevati di non aver trovato situazioni che ci hanno impensierito. Anche in precedenza abbiamo fatto visita al canile, sempre a sorpresa, e non abbiamo mai avuto nulla di strano da segnalare sul trattamento dei cani e dei gatti. Restiamo in attesa dell’esito del controllo della magistratura e come comune siamo pronti a prendere tutte le decisioni necessarie nel miglior interesse degli animali, ma siamo certi che c’è cura per i cani in custodia”. “Abbiamo voluto essere certi del fatto che i cani fossero tenuti bene, curati e nutriti – ha aggiunto il Sindaco Coppola – e questo è stato accertato, per quanto possibile da persone che non sono tecnici di settore. Per il resto aspettiamo l’esito delle verifiche di Asl e del Tribunale per capire se la collaborazione può andare avanti oppure no”.